15/07/2024sereno

16/07/2024sereno

17/07/2024sereno

15 luglio 2024

Benessere

Rafting in Valle D’Aosta sulla Dora Baltea: tutte le informazioni che è utile conoscere

|

|

rafting

Gli amanti del rafting sanno di poter trovare in Valle D’Aosta una risposta alle proprie esigenze grazie alle acque del fiume Dora Baltea, dove tale attività viene svolta nel periodo compreso tra il mese di aprile e quello di settembre. La Dora Baltea – lo scriviamo a beneficio di chi non la conoscesse – è un corso d’acqua a regime nivo-glaciale: vuol dire, in parole più semplici, che le sue acque derivano da un bacino idrico che è decisamente più ampio rispetto a quello da cui pescano gli altri fiumi. Ecco spiegato il motivo per il quale la Dora Baltea è uno dei primi fiumi in termini di portata di acqua.

Conosciamo la Dora Baltea più da vicino

Molto, va detto, dipende dall’altezza a cui è collocato lo zero termico, che corrisponde all’altitudine dove i ghiacci e la neve iniziano a sciogliersi. Il momento dell’anno che va dalla seconda metà di giugno alla prima metà di luglio è il periodo nel quale il livello delle acque è più elevato, proprio in virtù dello scioglimento di neve e ghiaccio. Sono più di 40 i chilometri di Dora Baltea che possono essere navigati: non a caso questo è uno dei fiumi più apprezzati per la navigazione fluviale, risultando decisamente adatto a tale scopo. Vediamo, dunque, quali sono i più importanti tratti che possono essere navigati.

Da Pré Saint Didier a la Salle

La sezione di Dora Baltea che va da Pré Saint Didier a la Salle si caratterizza per essere un tratto ondoso senza soluzione di continuità, con una parte più impegnativa dal punto di vista tecnico – quella a monte -, e dunque più rapide. Un deflusso veloce viene agevolato dalle rive arginate, da cui dipende anche una corrente più forte. Questo tratto di fiume rappresenta il punto di riferimento per coloro che si vogliono cimentare nella discesa Advanced, è destinato ad essere amato soprattutto da coloro che non vedono l’ora di correre sul fiume. È possibile navigare il primo chilometro – su un totale di otto – unicamente nel caso in cui il livello del fiume non risulti eccessivamente alto.

Le altre proposte per il rafting in Valle D’Aosta sul fiume Dora Baltea

Il corso d’acqua si fa un po’ più sinuoso nella parte che va da la Salle al ponte dell’Equilivaz. Anche in questo caso, la prima parte è quella che appare più impegnativa sotto il profilo tecnico, anche a causa dei passaggi fra acqua bianca e roccioni; invece, la seconda sezione diventa più tranquilla. Nel complesso, questa sezione si sviluppa per una lunghezza di poco più di cinque chilometri. Supera i due chilometri, invece, la sezione fra Avise e Leverogne: un tratto alquanto impegnativo, e che però regala un panorama che toglie il fiato per la sua bellezza. Un contesto immerso in una natura incontaminata e protetta da pareti verticali.

Il tratto di fiume da Arvier fino ad Aymavilles

Arriviamo, poi, alla parte che va da Arvier fino ad Aymavilles: si tratta della sezione di Dora Baltea più conosciuta e soprattutto più lunga, visto che si estende per oltre 9 chilometri. La sua fama si spiega, fra l’altro, con l’accessibilità – dal punto di vista tecnico, si intende – al grande pubblico. In particolare, nella prima metà è possibile ammirare gli scenari naturali che contraddistinguono le gole di Leverogne, mentre la seconda sezione propone un panorama più aperto, nel quale si possono notare anche i vari castelli che punteggiano il territorio. La discesa Family costituisce gli ultimi 3.8km, è raccomandata per le famiglie con bambini o anche per le scuole.

Rafting Republic

Chi ha voglia di sperimentare le emozioni del rafting Valle D’Aosta sul fiume Dora Baltea può fare riferimento alle proposte di Rafting Republic, centro che permette di coniugare divertimento e relax all’insegna dell’avventura. Questa realtà da 20 anni è specializzata nei servizi correlati alle discipline fluviali in cui è possibile cimentarsi fra le acque della Dora Baltea. Vengono garantiti, ovviamente, tutti i più elevati standard di sicurezza, con una grande varietà di attività fra cui è possibile scegliere, grazie alla presenza di professionisti che vantano una lunga esperienza non solo nel rafting, ma anche nel kayak e nella disciplina dell’hydrospeed.

 

 


Iscriviti alla Newsletter di OggiTreviso. E' Gratis

Ogni mattina le notizie dalla tua città, dalla regione, dall'Italia e dal mondo


 

 



vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×