26 gennaio 2020

Treviso

"RAGAZZE, SCEGLIETE UNA FACOLTA' SCIENTIFICA"

Le studentesse (di materie scientifiche) vengono agevolate dalla Provincia

Stefania De Bastiani | commenti | (6) |

immagine dell'autore

Stefania De Bastiani | commenti | (6) |

TREVISO - Altro che economia domestica. Sono l'ingegneria, l'informatica, l'elettronica e la meccanica le materie di studio adatte a una donna. O, quantomeno, sono questi i campi verso cui vengono spinte le trevisane neodiplomate.

"Ragazze, frequentate le facoltà scientifiche", è l'appello lanciato dalla consigliera di parità della provincia, Stefania Barbieri. Un appello fatto non solo di parole, ma anche - e soprattutto - di soldi. Il nuovo bando provinciale è rivolto esclusivamente alle ragazze, e le sprona a cimentarsi in un percorso di studi scientifico, mettendo a disposizione borse di studio da 800 euro ciascuna.

Hanno tempo fino al 31 ottobre le studentesse (italiane, o in possesso del permesso di soggiorno, residenti nella Marca e diplomate) per consegnare la domanda. E poi, la somma del test di ingresso alla facoltà prescelta e del voto di maturità, formerà una classifica. Alle prime dieci, una borsa di studio di 800 euro per l'anno accademico che sta per cominciare. Per informazioni, le interessate potranno inviare una mail alla consigliera (consiglieraparita@treviso.it), e candidarsi per ricevere l'agevolazione.

Ingegneria, elettronica, informatica, meccanica, maccanica/meccatronica sono le facoltà che danno diritto alla partecipazione a questo concorso. Una scelta inusuale, quella di Barbieri. Ma chiaro il messaggio: meglio un esperto informatico che una casalinga perfetta.

 



foto dell'autore

Stefania De Bastiani

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×