03 dicembre 2020

Oderzo Motta

Raid in casa, cinque Sinti a processo

I fatti risalgono al 2006, colpite famiglie tra Cordignano e Cimadolmo

|

|

Raid in casa, cinque Sinti a processo

CIMADOLMO – Raffica di Furti tra tra Cordignano e Cimadolmo, alla sbarra una banda composta da cinque Sinti. Per il p.m. sarebbero loro i responsabili dei raid.

 

Secondo l’accusa, i cinque colpivano in case abitate da anziani spacciandosi per tecnici della luce o dell’acqua. Chiedevano di poter verificare il contatore e riuscivano ad esntrare in abitazione.

 

Poi chiedevano ai malcapitati di controllare alcune banconote per verificare se si trattasse di falsi.

 

Verificavano dunque dove era nascosto il denaro e colpivano. I fatti risalgono al 2006: i cinque arrivarono dal Piemonte.

 

A lanciare l’allarme era stata una coppia di anziani raggirata. Ora processo al via. 

 



Leggi altre notizie di Oderzo Motta
Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×