07/07/2022nubi sparse e temporali

08/07/2022sereno

09/07/2022sereno

07 luglio 2022

Nord-Est

Rapina al supermercato, quattro gli arresti 

I fermati sono accusati di rapina aggravata in concorso, detenzione e porto illegale di arma clandestina, detenzione abusiva di munizione e ricettazione

|

|

Rapina al supermercato, quattro gli arresti 

VENEZIA - Quattro persone sono state arrestate dai carabinieri di Mestre e Chioggia per la rapina a mano armata avvenuta al supermercato Famila di Campagna Lupia (Venezia), nel tardo pomeriggio di ieri.

Le operazioni sono state coordinate dalla Procura della Repubblica di Venezia. Due banditi, entrati con il volto coperto da mascherina e cappellino, hanno puntato una pistola e un'arma lunga al volto di una delle cassiere, si sono fatti consegnare l'incasso di giornata, circa 1.400 euro in contanti, e sono poi fuggiti a bordo di uno scooter.

Quaranta minuti dopo, i militari dell'Arma di Vigonovo (Venezia), impegnato in uno specifico servizio anti-rapina, hanno bloccato alcuni soggetti a bordo di un'automobile, all'interno della quale hanno trovato il denaro precedentemente rubato e 50 munizioni calibro 9. I successivi accertamenti hanno permesso di rintracciare anche il nascondiglio dove erano stati nascosti lo scooter e le armi utilizzate durante l'assalto, all'interno dell'abitazione di un complice a Campagna Lupia. Oltre al motociclo, sono stati trovati anche un fucile a canne mozze con matricola abrasa, scacciacani a salve, passamontagna, caschi e materiale usato per la rapina, compresa una fascia utilizzata da uno dei banditi per nascondere un tatuaggio sul braccio.

I quattro malviventi sono stati arrestati a vario titolo per i reati di rapina aggravata in concorso, detenzione e porto illegale di arma clandestina, detenzione abusiva di munizione e ricettazione. Tre si trovano in carcere, uno è ai domiciliari, in attesa dell'udienza di convalida.

LEGGI ANCHE

Rapina a mano armata in un supermercato

 


| modificato il:

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×