24 gennaio 2020

Treviso

LA REGIONE STOPPA GLI INCENERITORI

Progetto congelato in attesa del Piano rifiuti che Galan non è riuscito a fare in 3 lustri

Laura Tuveri | commenti |

Laura Tuveri | commenti |

LA REGIONE STOPPA GLI INCENERITORI

MMogliano/Silea – Niente inceneritori fino a quando non sarà approvato un piano regionale per i rifiuti, atteso da 15 anni.
Poi staremo a vedere.
Ma intanto è stato congelato il progetto dei due inceneritori che Unindustria vuole realizzare a Bonisiolo e a Silea. Il consiglio regionale ha approvato ieri, a larga maggioranza, l’emendamento alla Finanziaria Atalmi-Pettenò.

Hanno esultato i comitati e i cittadini che da anni si stanno battendo contro i due impianti.per contro gli industriali affidano ad una nota la propria amarezza: “Prendiamo atto della decisione del Consiglio regionale e ne approfondiremo i termini e le implicazioni.

Rileviamo con rammarico che oggi si decide di sospendere una procedura di approvazione di un’importante infrastruttura per il territorio, subordinandola all’approvazione di un Piano che il Consiglio regionale Veneto ha avuto almeno 15 anni di tempo per approvare.

E' trasversale la soddisfazione degli amministratori veneti per la bocciatura degli inceneritori industriali decretata oggi dal consiglio regionale del Veneto. "Ringrazio il gruppo della Lega Nord per la responsabilità che hanno dimostrato bloccando un progetto, che di fatto non era assistito e supportato da strategie, dati e pianificazione - afferma il presidente della Provincia di treviso il leghista Leonardo Muraro.

Adesso, questo non significa bloccare tutto. Bisogna - conclude Muraro - rimboccarsi le maniche e studiare, seriamente, un Piano per i rifiuti speciali da presentare nell'interesse del Veneto, degli imprenditori e degli artigiani". Soddisfazione anche dal consigliere regionale Diego Bottacin (Pd).

"Fortunatamente siamo giunti ad un accordo - afferma Bottacin - e abbiamo approvato un emendamento, sostenuto da maggioranza e opposizione, che di fatto blocca l'autorizzazione alla costruzione e all'esercizio di nuovi impianti come inceneritori, termovalorizzatori e discariche in mancanza di un Piano regionale di gestione dei rifiuti speciali. I comitati dei cittadini, tuttavia, continueranno a vigilare e a lottare, non si sa mai.

 



Laura Tuveri

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

immagine della news

21/12/2014

Inceneritori? No grazie

Votata in consiglio a Mogliano una mozione ad hoc. Bortolato: «Lo spirito di unione ci ha permesso di bloccare l’inceneritore a Bonisiolo»

immagine della news

23/05/2013

«No agli inceneritori»

Incontro a Mogliano tra le cinque amministrazioni che si battiono dal 2009 contro il progetto di Unindustria

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×