04 giugno 2020

Oderzo Motta

Rischio allagamento a Oderzo, partono le prime opere del piano delle acque

I primi interventi hanno un costo di 800 mila euro

| commenti |

| commenti |

Rischio allagamento a Oderzo, partono le prime opere del piano delle acque

ODERZO - Rischio allagamento a Oderzo, il piano delle acque si concretizza. Il programma di intervento varato dall’amministrazione comunale, dal costo totale di 10 milioni di euro, vedrà nei prossimi mesi una serie di primi interventi tra via Parise, via Frassinetti e via Anafesto in sinistra Monticano e il bacino idraulico Paludei di Fratta. Un’operazione del valore di 800 mila euro. A dare la notizia il primo cittadino Maria Scardellato: «Grazie all’esistenza di un dettagliato e approfondito piano delle acque comunale, è stato possibile mappare le aree a rischio idraulico ed individuare le soluzioni tecniche atte a ridurre il rischio allagamento. Il commissario delegato e presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, nominato per il superamento dell’emergenza “Vaia”, ha assegnato a Piave Servizi 800 mila euro per interventi di mitigazione del danno e aumento della resilienza delle infrastrutture idrauliche del Comune di Oderzo».

 

Ha proseguito il sindaco: «Con queste risorse verrà data attuazione ai primi interventi previsti dal piano, ovvero le opere per la messa in sicurezza dell’area compresa tra via Parise, via Frassinetti e via Anafesto in sinistra Monticano e bacino idraulico Paludei di Fratta». A fine dicembre Oderzo era stata colpita dall’ennesima bomba d’acqua che aveva portato all’allagamento di parte del centro e delle frazioni di Fratta, Colfrancui e Gorgazzo. All’epoca il primo cittadino aveva sottolineato come non fosse stato un problema di ostruzione delle caditoie, ma era stata l’ennesima dimostrazione che la rete di raccolta è insufficiente di fronte a eventi improvvisi ed intensi che sempre più spesso si abbattono sulla zona.

 

Il piano delle acque è uno strumento che negli ultimi anni le amministrazioni stanno adottando sempre più, per poter gestire al meglio i cambiamenti climatici e urbanistici del territorio. «Si ringrazia Piave Servizi individuata quale soggetto attuatore di un intervento per noi così importante e per loro cosi impegnativo - ha concluso il primo cittadino – in considerazione delle condizioni imposte dal finanziamento che sono molto stringenti. Piave Servizi provvederà a redigere il progetto esecutivo e a contrattualizzare i lavori entro il 30 settembre 2020»

 

Leggi altre notizie di Oderzo Motta
Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×