29 novembre 2020

Oderzo Motta

Rubarono in basilica a Motta, denunciati dai Carabinieri

Denunciati tre cittadini romeni di 39 anni, 27 e 25 anni, residenti in provincia di Pisa. Sono attualmente irreperibili. Il raid risale al dicembre 2016

|

|

la teca danneggiata nella cripta dell'Apparizione in Santuario a Motta nel dicembre 2016

MOTTA DI LIVENZA - Forse sono i responsabili del clamoroso furto di monili nella basilica di Motta lo scorso 3 dicembre 2016.

Tre persone sono state denunciate dai Carabinieri della stazione di Lendinara (Rovigo) perché sospettati di essere i responsabili di una serie di furti in chiese delle province di Rovigo e Verona, messi a segno nel 2016, e che avrebbero fruttato un bottino di circa 50 mila euro.

Si tratta di tre cittadini romeni, G.D.C., 39 anni, I.R.S. (27) e I.C.B. (25), residenti in provincia di Pisa ma attualmente irreperibili.

Il primo degli episodi risale al 5 giugno 2016, ai danni della Basilica della Madonna del Frassino di Peschiera del Garda (Verona) dove, dopo aver sfondato una teca in vetro, i ladri trafugarono monili, coroncine in oro e angioletti in argento. Seguirono, il 10 e 14 giugno, un tentato furto alla Basilica della Madonna del Pilastrello di Lendinara, quindi il 16 novembre, sempre a Peschiera, con bottino monili e coroncine in oro ex voto.

Il 3 dicembre 2016 i malviventi si sono spostati al Santuario della Madonna dei Miracoli di Motta di Livenza (Treviso), impossessandosi di tutti i monili ex voto. L'episodio creò scalpore perché i maviventi danneggiarono la teca che conserva una veneratissima immagine della Madonna dei Miracoli nel punto in cui la Vergine apparve il 9 marzo 1510 al mottense Giovanni Cigana, 

Il 12 dicembre 2016 i ladri tornarono alla Madonna del Pilastrello portando via altri monili in oro e coroncine ex voto, e infine il 15 dicembre nella Basilica di Caorle (Venezia), dopo aver forzato le inferriate, sfondarono una teca in vetro impossessandosi di monili ed ex voto.
 

 



Leggi altre notizie di Oderzo Motta
Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×