23/01/2022poco nuvoloso

24/01/2022foschia

25/01/2022nubi sparse

23 gennaio 2022

Oderzo Motta

Salgareda diventa “Borgo della lettura”

Il comune caro a Goffredo Parise entra nel circuito italiano dedicato alla cultura del libro

| Lieta Zanatta |

| Lieta Zanatta |

La casetta delle fate di Salgareda

SALGAREDA Il comune di Salgareda è entrato a far parte della rete italiana dei Borghi della lettura. L'annuncio è stato dato sabato scorso 3 luglio, durante l'evento che ha visto lo scrittore e cantautore Lorenzo Cittadini presentare il suo libro Viaggi e altre nostalgie nella casetta delle Fate di Goffredo Parise per la rassegna Poesia sotto i gelsi. E' proprio Lorenzo Cittadini il testimonial referente del comune di Salgareda incaricato da parte di Roberto Colella, il giornalista molisano ideatore e presidente di questo network nazionale nato nel 2015 che include 60 borghi di quindici regioni. Salgareda è il primo comune della provincia di Treviso ad aderirvi, il terzo nel Veneto.

(In foto: il cantautore Lorenzo Cittadini. Crediti immagine Fabio Fuser)

«I Borghi della lettura sono un network turistico culturale che vuole partire dalla cultura per promuovere i vari borghi, evidenziando le manifestazioni del luogo ma anche quelle che il network organizza a livello nazionale, come la notte bianca del libro o il raduno nazionale che quest'anno si terrà a Serra San Quirico nelle Marche il 12 settembre e il Festival del turismo esperenziale che si terrà a Firenze il 20 settembre. Qui ogni borgo è invitato a parlare di sé e delle sue peculiarità per promuoversi» ha spiegato Colella al numeroso pubblico presente in casetta.

(in foto: Roberto Colella inaugura l'adesione di Salgareda nel circuito Borghi della Lettura)

Ambasciatore onorario de I Borghi della Lettura è Patrizio Roversi, famoso per i suoi viaggi con Syusy Bladi, il protagonista della serie cult Turisti per caso e già conduttore di Linea Verde. Colella ha voluto regalare a Salgareda due tronchi-libreria, simbolo di questo circuito.

«In realtà in diversi borghi esiste un arredo urbano che ricorda questa peculiarità della lettura. Sono panchine a forma di libro, mini biblioteche, biblio cabine e casette per il book crossing. Ogni borgo ha potuto diversificarsi sfruttando la creatività per tutto ciò che serve a stimolare la lettura»

Le finalità dei Borghi della Lettura sono diverse. La principale è quella di tutelare il patrimonio del borgo finalizzato alla sua conoscenza. Il soddisfacimento diretto dei bisogni della popolazione locale con primario interesse alla crescita culturale e la creazione di flussi di utenza motivati da interessi verso questo patrimonio materiale e immateriale. Insomma, si tratta anche di lavorare sulla rigenerazione urbana, sulle nuove architetture urbane che sorgono dal recupero dei centri storici spesso in degrado e sull'arredo urbano. Ma anche di stimolare delle piccole iniziative, come i laboratori didattici con le scuole, i corsi di scrittura creativa o corsi di regia, fino all'iniziativa Adotta uno scrittore per ogni borgo.

«Un modo per favorire l'aspetto turistico culturale del luogo, attivando un piccolo indotto economico - ha concluso Colella – Un modo di agire affinché attraverso la cultura si possa generare economia» Sul sito www.borghidellalettura.it si può trovare una sezione dedicata alle strutture ricettive presenti in questi borghi con tour operator e agenzie di viaggi che collaborano con il circuito per facilitare coloro che vogliano passare una vacanza alternativa in questi luoghi.

 



Lieta Zanatta

Leggi altre notizie di Oderzo Motta
Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Dello stesso argomento

immagine della news

30/08/2021

35° anniversario della morte di Goffredo Parise

Come avviene ormai da alcuni anni amici, appassionati e semplici lettori si daranno appuntamento sulla tomba dello scrittore che ha deciso che le sue ceneri riposassero nel giardino della sua casa di Ponte di Piave

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×