01/12/2021nuvoloso

02/12/2021pioggia debole

03/12/2021poco nuvoloso

01 dicembre 2021

Vittorio Veneto

Salviamo l'ex ghetto ebraico di Ceneda: potrebbe essere dedicato alla musica

“Tutti vanno a Venezia per vedere un centro ebraico, ma ce ne sono molti altri nell’entroterra, come quello di Vittorio Veneto e quello di Conegliano."

| Maria Luisa Da Rold |

immagine dell'autore

| Maria Luisa Da Rold |

Fondatrici circolo culturale vittorio veneto ebraica

VITTORIO VENETO- Fin dalla fine del 1500, a Vittorio Veneto esiste una comunità ebraica, durata quattrocento anni. Un tempo era presente anche una sinagoga, che è stata però trasportata circa cinquant’anni fa a Gerusalemme. Ad oggi a Ceneda rimangono dunque solo il cimitero ebraico e i magazzini dei cereali, che si trovano però in uno stato di totale abbandono. Il rischio di crolli preclude persino la possibilità di visite guidate e se non si agisce in fretta un tassello fondamentale della storia di Vittorio Veneto rischia di essere distrutto.

 

Allo scopo di recuperare e valorizzare l’ex ghetto di Ceneda nasce il Circolo culturale per la conservazione di Vittorio Veneto Ebraica. “Volevamo risollevare l’interesse verso il ghetto ebraico, nonché trovare qualcuno che potesse occuparsene economicamente” spiega la violinista Lydia Cevidalli, co-fondatrice dell’associazione. “Insieme alla presidente del Circolo, Silvia Della Coletta, pensavamo ad un utilizzo musicale, ma con la sua ampiezza (2500 metri quadrati) si potrebbero realizzare anche delle aule studio e un auditorium. Risulta però molto difficile trovare i fondi, nonostante le trattative con il comune e l’appoggio dell’assessore alla cultura di Vittorio Veneto. Il Covid ha chiaramente peggiorato la situazione.”

 

L’associazione ha cominciato a farsi conoscere nel 2016, quando il ghetto è stato iscritto ai luoghi del cuore del FAI, raccogliendo più di cinquemila firme e coinvolgendo molte persone anche al di fuori da Vittorio Veneto. Da lì in poi, sono state organizzate ogni anno due giornate dedicate alla cultura ebraica: una il Giorno della Memoria, e una la prima domenica di settembre, Giornata Europea della Cultura Ebraica. Quest’anno la giornata cade il 12 settembre, e in quell’occasione alle 17 si terrà un concerto di musiche ebraiche. “Sono giornate sempre molto seguite” continua Lydia Cevidalli “Ogni anno organizziamo una visita al cimitero ebraico e partecipano fino a 300 persone. I cittadini di Vittorio Veneto sono legati a questi luoghi, conoscono la loro storia e hanno mostrato molto interesse nel far rivivere la cultura ebraica.”

 

Nei sogni nel cassetto dell’associazione ci sarebbero anche delle gite turistiche. “Tutti vanno a Venezia per vedere un centro ebraico, ma ce ne sono molti altri nell’entroterra, anche quello di Conegliano per esempio” conclude Cevidalli. 

 


| modificato il:

foto dell'autore

Maria Luisa Da Rold

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×