26 gennaio 2021

Treviso

San Biagio, maxi mercato dell'ortofrutta made in Treviso per rilanciare il settore

Il progetto per risollevare i piccoli imprenditori della Marca che nel periodo del lockdown hanno avuto perdite fino al 70%

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

mercato ortofrutta

SAN BIAGIO DI CALLALTA - Ben 6mila i metri quadrati, in un’area privata, per l’organizzazione di una mostra di prodotti dell’agricoltura per rilanciare il settore dell’ortofrutta dopo la crisi dovuta al Coronavirus. I piccoli imprenditori della Marca hanno avuto perdite di introiti nel periodo del “lockdown” fino al 60-70%.

Il progetto è di un gruppo di privati di San Biagio di Callalta e Oderzo che nel territorio sanbiagese ha uno spazio da mettere a disposizione, provvisto tensostruttura e rispetto protocolli sanitari da concretizzarsi a breve. “Mi sembra una scelta giusta - spiega Valerio Nadal presidente del Condifesa Tvb – l’agricoltura ha pagato un tributo troppo elevato. Ora, attraverso idee e proposte possiamo e dobbiamo ripartire”.

Fiorenzo Lorenzon presidente della Coldiretti di San Biagio esprime soddisfazione per l’iniziativa: “Siamo pronti a fare la nostra parte perché da sempre i nostri associati puntano sulla qualità”.

Un progetto seguito da tempo dagli imprenditori agricoli locali dopo che il Coronavirus si è abbattuto sulle piccole imprese agricole. Per anni l’agricoltura è stato uno dei settori trainanti anche dopo la crisi del 2008, uno dei rari comparti in cui fu salvaguardata l’occupazione. “Sappiamo che il periodo è stato difficile, anche questa volta avremo la forza di rialzarci”.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×