06 giugno 2020

Vittorio Veneto

"SAN GIACOMO ABBANDONATO DALL'AMMINISTRAZIONE SCOTTA"

"Tante promesse e pochi fatti" denuncia Giuseppe Costa

| | commenti | (12) |

| | commenti | (12) |

Vittorio Veneto – “San Giacomo è stato abbandonato da questa amministrazione” a dirlo è Giuseppe Costa, candidato sindaco delle liste PD e Costa Sindaco.

“Lega, Forza Italia e Vittorio Nuova in dieci anni hanno fatto tante promesse e pochi fatti - spiega Costa - Basta andare a leggere quanto loro stessi hanno scritto nel giornalino del comune per rendersi conto di quanto poco è stato fatto per San Giacomo in questi ultimi 10 anni e, quel poco, con quanta lentezza è stato realizzato”.

Costa fa riferimento ai cantieri infiniti che hanno penalizzato la popolazione del quartiere: “per allargare 800 metri di via Cal de Livera hanno avuto bisogno di quasi 2 legislature e per la nuova Sauro promessa per l’inizio dell’anno scolastico 2008/2009 non c’è ancora la certezza su quando termineranno i lavori”.

“ Sono invece stati veloci - aggiunge Alessandro De Bastiani, candidato consigliere nella lista Costa - a  commissionare progetti irrealizzabili spendendo migliaia di euro, spostare i bambini della Sauro nei container e chiudere il cimitero del Monastero. Per il resto solo grandi proclami”.

“Basta fare un confronto – propongono i due esponenti del PD - tra quanto ha realizzato l’amministrazione leghista nei suoi 10 anni di malgoverno della città e ciò che è stato fatto nei 10 anni precedenti per rendersi conto immediatamente di chi si sia veramente preso a cuore i bisogni del popoloso quartiere di San Giacomo”.

Non solo, Costa e De Bastiani chiedono al candidato sindaco leghista Antonio Da Re che intenzioni ha rispetto la questione che più di tutte ha pesato sul dibattito pubblico degli ultimi anni riguardo il popoloso quartiere di San Giacomo: il brolo del monastero: “Da Re, responsabile, in quanto capogruppo della Lega, di quanto non è stato fatto a San Giacomo, nel suo programma elettorale ripromette un grande palazzetto dello sport, ma non ci dice dove lo vuol realizzare. Lo vorrebbe forse fare nel brolo?  Continuerà così la guerra iniziata da Scottà contro tutto e contro tutti?”

“San Giacomo – concludono il candidato sindaco e il candidato consigliere - ha bisogno di amministratori responsabili che pensano al bene dei cittadini, a risolvere i veri problemi del quartiere ( traffico, servizi al cittadino, collegamenti mezzi pubblici con il centro città, collegamento tra la zona industriale ed il resto della città) e non politici che hanno come unico fine quello di favorire la rendita fondiaria e la speculazione urbana.
 

 

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dossier

ELEZIONI GIUGNO 2009

La Marca al voto: tutti i risultati delle elezioni amministrative ed europee del 6 e 7 giugno 2009

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×