13 agosto 2020

Esteri

Sciolta la Corte costituzionale in Mali

Nel paese africano la situazione politica è delicata e con questo provvedimento il presidente auspica un clima più disteso

| Ingrid Feltrin Jefwa |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa |

Il presidente del Mali Ibrahim Boubacar Keïta

FOTO: Il presidente del Mali Ibrahim Boubacar Keïta

MALI – Da giorni nella capitale Bamako si susseguono i tentativi di rivolta: una situazione tale che il presidente del Mali, Ibrahim Boubacar Keïta ha deciso di sciogliere la Corte costituzionale. In questa fasi delicata per il futuro del paese la scelta di privare lo stato del suo organo di garanzia è stata comunicata alla popolazione dal capo dello stato con un discorso trasmesso dalla televisione nazionale.

Va precisato che questo provvedimento era tra le istanze di chi protesta, conseguentemente all’annullamento lo scorso marzo, di una trentina di risultati delle elezioni legislative. Il presidente Ibrahim Boubacar Keïta ha pertanto accolto la richiesta, con l’auspicio che l’attuazione del provvedimento sia accolta come un segnale distensivo.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×