20 settembre 2020

Vittorio Veneto

Sconti tutto l'anno (per i fedelissimi)

L'Ascom punta a rivitalizzare il commercio, e lancia la "fidelity card"

| Claudia Borsoi |

immagine dell'autore

| Claudia Borsoi |

Sconti tutto l'anno (per i fedelissimi)

Da sinistra Paludetti, Antiga, Secchi

VITTORIO VENETO - Solo uno su quattro fa acquisti nella propria città. Molti preferiscono i centri commerciali, altri gli outlet. E’ con l’obiettivo di rivitalizzare i centri cittadini e il commercio di vicinato che Ascom Vittorio Veneto lancia una “fidelity card”, una carta con cui poter fare acquisti nei negozi e nei pubblici esercizi associati Ascom, di tutto il mandamento, beneficiando di uno sconto. Entrerà in funzione dal 1° marzo, da Miane a Cordignano, l’Ascom Fidelity Card, carta che sarà distribuita, oltre che ai 2.600 associati, anche ai clienti di questi. Si creerà così un circuito per far rimanere il denaro sul proprio territorio.

 

«Un servizio gratuito per tutti gli associati – sottolinea Michele Paludetti, presidente Ascom – grazie al contributo di Banca Prealpi». L’operazione costerà 30 mila euro in tre anni. Diecimila le tessere che saranno distribuite ai clienti (di color giallo), mentre un’altra (rossa) sarà riservata agli associati Ascom per accedere a delle agevolazioni con banche, assicuratori e fornitori vari. Tutti i negozi e pubblici esercizi aderenti all’iniziativa saranno riconoscibili da un’apposita vetrofania. Bar, ristoranti e negozi potranno proporre specifici sconti ai loro clienti muniti di tessera.

 

«Per sopravvivere – evidenzia Paludetti – dobbiamo fare gruppo». «I centri commerciali stanno succhiando la linfa vitale di noi commercianti di piccoli paesi – sottolinea il vicepresidente Giacinto De Zanet -: è ormai quotidiana la chiusura di attività nei piccoli centri dove spesso la gente non ha l’auto per raggiungere i grossi centri». Concorde sulla necessità di puntare sul commercio di vicinato il presidente di Banca Prealpi, Carlo Antiga: «La città è viva quando c’è il commercio, una componente fondamentale del suo tessuto sociale, altrimenti rischiamo che i nostri piccoli centri diventino solo dei dormitori». Obiettivo del progetto anche creare nuovi clienti: «Mai come in questo momento – conclude Antonella Secchi, direttrice di Ascom – c’è bisogno di tutelare i commercianti e mettere in atto nuove strategie».

 


| modificato il:

foto dell'autore

Claudia Borsoi

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×