18/01/2022sereno

19/01/2022parz nuvoloso

20/01/2022parz nuvoloso

18 gennaio 2022

Nord-Est

Sfruttavano i lavoratori ed evadevano l'Iva, quattro arresti a Venezia

La Guardia di Finanza ha sequestrato beni per 1,3 milioni di euro

|

|

Guardia di Finanza

VENEZIA - Sfruttavano dei lavoratori e per questo in quattro sono finiti agli arresti domiciliari, facendo scattare anche un sequestro cautelare per 1,3 milioni di euro.

E' l'esito di un'operazione della Guardia di finanza di Venezia che ha dato esecuzione all'ordinanza emessa dal Gip su richiesta della Procura della Repubblica di Venezia.

In tutto sono state disposte 10 misure cautelari personali, di cui 4 arresti domiciliari e 6 divieti di dimora nella Municipalità di Marghera e di assunzione di incarichi direttivi imprenditoriali.

Le operazioni s'inquadrano nell'ambito di un'indagine che ha scoperto una frode finalizzata a sfruttare i lavoratori dipendenti, formalmente assunti in maniera regolare, ma retribuiti con il meccanismo illecito della "paga globale", in virtù della quale il lavoratore verrebbe retribuito, a prescindere dalle previsioni del contratto nazionale di categoria del settore, con una paga oraria forfettaria, regolarizzata mediante la predisposizione di documentazione contabile solo formalmente lecita.

In particolare, dalle indagini è emerso che 7 società gestite da imprenditori di nazionalità albanese avevano ottenuto commesse per la realizzazione di opere di cantieristica navale, per la cui esecuzione veniva impiegata manodopera straniera retribuita in misura di molto inferiore rispetto ai livelli stabiliti da contratto di lavoro.

Oltre agli episodi di sfruttamento, che hanno riguardato 77 lavoratori è stata riscontrata l'evasione dell'Iva con false fatture per un importo di oltre 6 milioni di euro.
 

 



Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×