26 ottobre 2020

Nord-Est

Si perde durante una escursione in Val Tramontina: recuperata con l'elicottero della Protezione Civile

Sul posto è stato inviato l'elisoccorso della Protezione Civile

| Gianandrea Rorato |

| Gianandrea Rorato |

l'intervento di ieri

TRAMONTI DI SOTTO (PORDENONE) - Dieci soccorritori della stazione di Maniago del Soccorso Alpino e Speleologico hanno preso parte ad un intervento di ricerca giovedì pomeriggio tra le 17.45 e le 19.20 circa, attivati tramite il NUE112 e la SORES.

A chiedere aiuto una donna del 1943 di Pagnacco la quale dopo essersi staccata dalla comitiva di cui faceva parte ha smarrito il sentiero. Il gruppo era partito da Tramonti di Mezzo e l'intenzione era quella di raggiungere Casera Teglara: in località Stavoli Gardellin la signora ha riferito ai compagni di escursione di essere stanca e di voler rientrare al punto di partenza.

Dopo aver raggiunto Forcella Zuviel, che divide la Val Tramontina dalla Val d'Arzino, anziché scendere a destra, lungo la carrareccia dalla quale era provenuta, ha imboccato a sinistra il sentiero CAI810, che scende verso Comugna.

Lo ha percorso tutto raggiungendo il Rio Case Pre' di Giaf ed è risalita a Forcella Giaf, quindi ha imboccato la carrareccia che va verso San Francesco in Val d'Arzino e quando ha visto che finalmente il cellulare aveva di nuovo campo per telefonare, ha chiamato il NUE112.

La posizione della signora è stata facilmente individuata dalla centrale operativa tramite il suo cellulare e sul posto è stato inviato l'elicottero della Protezione Civile a bordo del quale è salita una squadra di tre tecnici del Soccorso Alpino che hanno raggiunto la donna e l'hanno riaccompagnata a valle. Sul posto anche i Vigili del Fuoco.

 



Gianandrea Rorato

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×