24 ottobre 2020

Vittorio Veneto

SICUREZZA. TUTTA DONNA

Questa sera, le strade del Vittoriese verranno pattugliate da forze dell'ordine. Donne

| Emanuela Da Ros |

immagine dell'autore

| Emanuela Da Ros |

Vittorio Veneto - Vogliamo scommettere che la sicurezza è (anche) donna? Magari, no. Magari, su una faccenda così delicata (e indispensabile) come la sicurezza noi non vogliamo neppure scommettere.

No, su una faccenda così, vogliamo solo garanzie. Però: (ci avete fatto caso?) tutte le parole che abbiamo usato sulla sicurezza sono(state) coniugate al femminile.

Perché la sicurezza - parola di Mario Rosset (assessore alla sicurezza del comune di VIttoro Veneto) - può indiscutibilmente essere donna. Anzi: lo sarà. Da questa sera il comune di Vittorio Veneto, capofila del Progetto-sicurezza che comprende i comuni del distretto 3A (Cappella Maggiore, Cison, Follina, Cordignano, Fregona, Orsago, Revine, Sarmede, Tarzo, Colle Umberto) avvierà un progetto di controllo del territorio che coinvolgerà tutti i comuni-partner.

Da questo fine settimana il Vittoriese verrà monitorato da una pattuglia di agenti di polizia municipale - coadiuvati da altre forze dell'ordine - con il compito di sorvegliare comuni e periferie in orari rischiosi ma (spesso) scoperti.

La curiosità? c'è. Il servizio  - e la scelta non è fortuita, assicura Rosset - verrà inaugurato da una pattuglia di tre agenti donne coordinate dal comandante (donna) della polizia municipale di Viottorio Veneto, Angela Zoppè. Il che significa che la sicurezza, per una notte, per la prima notte di un servizio che comunque verrà garantito nei mesi futuri, avrà un nastro rosa, una connotozione tutta al femminile.

"E non ci si lasci ingannare dall'apparenza - sottolinea l'assessore Rosset - : il fatto che le agenti in servio (armate, come prevede la legge regionale) siano avvenenti, non dovrebbe far dimenticare le loro doti primarie: la determinazione, la capacità, la preparazione."

Insomma: sono donne ma sono toste. E l'aggettivo, a scanso di dubbi, lo mettiamo noi, Perché questo pattugliamento al femminile, fatto proprio da donne, ci piace un sacco. Poi  è ovvio che nelle prossime serate il teritorio sarà controllato  (dalle 10 all'una di notte) da team di agenti maschili e femminili (o solo maschili). Ma il battesimo della sicurezza, quello sì, sarò stato al femmminile.

Bella mossa, assesore.

 

 


| modificato il:

foto dell'autore

Emanuela Da Ros

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×