22/01/2022velature lievi

23/01/2022sereno

24/01/2022nubi sparse

22 gennaio 2022

Vittorio Veneto

Via la siepe, Legambiente protesta

Il Comune ha annunciato per questioni di sicurezza la rimozione della siepe che separa la pista di atletica dalla ciclabile lungo il Meschio

| Claudia Borsoi |

immagine dell'autore

| Claudia Borsoi |

Via la siepe, Legambiente protesta

VITTORIO VENETO – L’annuncio, dato una settimana fa, in consiglio comunale della rimozione, per questioni di sicurezza, della siepe che separa la pista d’atletica dalla ciclabile sul Meschio non è passato inosservato. A contestare il provvedimento sono gli attivisti di Legambiente del Vittoriese che evidenziano come, ancora una volta, a pagare sia il verde.

 

«Estirpare centinaia di metri di una rigogliosa siepe per questioni di sicurezza ci ha incuriosito e stupito – afferma Legambiente del Vittoriese -. Come ormai consueto, assistiamo al sacrificio degli alberi per qualsiasi pretesto: sicurezza, frutti maleodoranti, viabilità provvisorie con tagli arborei definitivi. La siepe che contorna la pista d’atletica necessita sicuramente di manutenzione e di sfoltimento, ma non merita di essere definitivamente estirpata lasciando a nudo una triste recinzione. Lungo la pista ciclabile funge da corridoio verde che ossigena e ripara gli utenti dal solleone estivo, oltre ad essere ormai un consolidato ed apprezzato elemento del paesaggio».

 

Legambiente evidenzia poi come quella siepe funga da riparo e luogo di nidificazione per molti uccelli che, non trovandola pià, sparirebbero.

 

«Dopo l’estirpazione degli alberi ad alto fusto sulla sponda opposta del Meschio poco a nord, effettuata a febbraio con metodi altamente invasivi, ora – concludono - la pista ciclabile potrebbe perdere anche questa siepe, che, seppur artificiale, contribuisce alla green way cittadina lungo il corridoio fluviale del Meschio».

 



foto dell'autore

Claudia Borsoi

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×