25 gennaio 2020

Treviso

Il sindaco di Treviso Conte è il nuovo presidente dell’Anci Veneto

Il primo cittadino leghista succede alla democratica Maria Rosa Pavanello

Isabella Loschi | commenti |

immagine dell'autore

Isabella Loschi | commenti |

Mario Conte

TREVISO - La nomina era nell’aria e ieri sera è arrivata la conferma. Il sindaco di Treviso, Mario Conte, è stato eletto nuovo presidente di Anci Veneto, l’associazione dei Comuni veneti, radunata ieri dall’assemblea riunita a Selvazzano.

Conte è il primo sindaco leghista presidente dell’associazione che arriva alla guida dopo Maria Rosa Pavanello (Pd), sindaco di Mirano, presidente dell’Anci per 5 anni.

“Da oggi, lo dico con una buona dose di emozione e orgoglio, questa fascia pesa un po’ di più. Sento infatti la responsabilità di rappresentare più di 500 comuni e più di 500 colleghi nelle battaglie che ci vedono e ci vedranno protagonisti, a prescindere dagli orientamenti politici - ha detto Conte - Perché le battaglie di Anci sono le battaglie di tutti e non della destra, del centro o della sinistra, di questo o di quel partito”.

Tra i primi obiettivi di Conte quello della riforma delle polizie locali: “È necessario che sia finalmente definito l’inquadramento della Polizia Locale perché il lavoro di questi uomini e di queste donne che agiscono per la sicurezza delle nostre strade, delle famiglie e dei nostri territori comunali sia chiaramente disciplinato e tutelato in base alle mansioni effettivamente svolte. Il definitivo inquadramento è necessario anche per una migliore gestione associata della stessa”. “Inoltre - continua Conte - è necessario portare all’attenzione del governo il fatto che sindaci e amministratori non solo siano “alleggeriti” dai carichi burocratici ma anche “liberati” dalla “paura” di amministrare”.

Il primo a congratularsi con il neo presidente è stato il presidente Luca Zaia: “Mario Conte è un esponente di quella generazione di giovani sindaci che stanno facendo e faranno il meglio per i veneti sui territori. Complimenti e auguri di buon lavoro all’amico Mario nell’interesse di tutti i sindaci della regione, alle prese con una fase storica difficile nella quale affrontano grandi problemi, a cominciare da uno Stato che riconosce l’importanza delle autonomie locali solo a parole. Conte e tutti i Sindaci che da oggi egli rappresenta senza distinzione di schieramento mappai che la Regione è, sempre e in ogni modo, al fianco delle Amministrazioni Locali. Abbiamo fatto, facciamo e faremo squadra con i nostri Comuni e i loro sindaci convinti che sia il modo migliore per essere il più vicini possibile alla gente e alle sue necessità”.

 



foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×