08 luglio 2020

Treviso

Smog, breve tregua grazie alla pioggia ma resta l’allerta rossa a Treviso

In attesa del nuovo bollettino Arpav resta il blocco alla circolazione anche per i veicoli commerciali diesel euro 4

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

Arpav

TREVISO - I livelli di smog scendono sotto i livelli di guardia e ieri la qualità dell’aria era “buona”, secondo dati dell’Arpav. La pioggia di sabato ha dato una tregua. Dopo 18 giorni consecutivi di valori di Pm10 sopra i limiti consentiti per legge, per 24 ore la situazione a Treviso è migliorata.

Da sabato pomeriggio la centralina di via Lancieri di Novara ha registrato concentrazioni di Pm10 sempre sotto i 50 micrgrammi per metro cubo d’aria, ovvero il limite consentito per legge per considerare l’aria “accettabile”. Sabato sera i livelli sono oscillati tra i 23 e i 34 microgrammi per metro cubo d’aria. E ieri non hanno superato i 37 microgrammi per metro cubo. Ma la tregua durerà troppo poco per dare una svolta a questa allarmante situazione.

Sabato i Verdi di Treviso hanno allestito un banchetto in piazza Indipendenza e indossato delle maschere antismog, puntando il dito contro la Regione, colpevole, secondo i verdi, di non fare abbastanza per arginare il problema dell’inquinamento. Da oggi è previsto di nuovo bel tempo e alta pressione e i livelli di Pm10 ritorneranno a salire.

A Treviso resta l’allerta rossa con il blocco alla circolazione anche per i veicoli commerciali diesel euro 4, in attesa del nuovo bollettino dell’Arpav sugli sforamenti che dovrà confermare o meno il blocco del traffico.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×