25 ottobre 2020

Castelfranco

Lo sport come metafora di vita per FdI

Alla presentazione dei candidati alcuni atleti illustri

| Maria Elena Tonin |

immagine dell'autore

| Maria Elena Tonin |

Lo sport come metafora di vita per FdI

ASOLO - Fratelli d’Italia porta in campagna elettorale lo sport. Nella serata di presentazione dei candidati Sandro Taverna e Barbara Haas, il movimento Riva destra porta al pubblico presente alcune storie forti di sport, come il racconto Maurizio Stecca, ex pugile italiano medaglia d'oro alle olimpiadi di Los Angeles nel 1984 e Massimo Colombo, allenatore di calcio, amico e collaboratore tecnico di Francesco Guidolin, a supporto del progetto del programma elettorale della realizzazione di un centro sportivo polifunzionale.

Presente alla serata, l'avvocato Marco Valerio Verni, che ha raccontato ad un pubblico particolarmente attento, la storia della nipote Pamela Mastropietro, senza nascondere i dettagli più crudi della nota vicenda. Stecca, che durante la serata, ha ricevuto la tessera del movimento Riva Destra, nato dalle ceneri di Alleanza nazionale, ha raccontato la storia di un oro olimpico inatteso, ma che segna la vita e la carriera di un pugile, praticamente ragazzo.

"Si è prima uomini, poi atleti ed infine pugili: lo sport è diventare adulti, rispetto delle regole e dell'allenatore, sacrificio e rinunce che io ho iniziato a fare da 16 anni. La prima rinuncia è stata proprio la famiglia." Stecca ha raccontato di uno sport che diventa valvola di sfogo e possibile strumento per togliere i giovani dalla strada. L'Italia è stato il primo paese nel 2001 a promuovere la boxe femminile.

"Ogni sport ha regole ed è una buona metafora: se molli, non hai carattere e molli anche nella vita." ha detto invece Colombo "la disciplina dello sport è la stessa nel lavoro o verso la famiglia." Il Centro Polivalente è uno dei punti forti del programma di Sandro Taverna, assieme al sostegno dell'autonomia e alla sanità, di cui, pur essendo in linea con le posizioni di Luca Zaia, forte della sua esperienza trasversale nella sanità, sia pubblica che privata, critica i tagli e soprattutto la poca attenzione alla prevenzione.

"Scegliere di non investire nella prevenzione, come si sta facendo" ha detto Taverna "è una scelta davvero miope, anche in un'eccellenza come la sanità Veneta." Con lui, Barabara Haas, che mette in campo la sua esperienza di amministratore del comune di Villorba.

 



foto dell'autore

Maria Elena Tonin

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×