25 febbraio 2020

Nord-Est

Tensione e contestazioni in chiesa durante i funerali della 14enne suicida

commenti |

commenti |

Tensione e contestazioni in chiesa durante i funerali della 14enne suicida

PADOVA, 15 FEB - Un migliaio di persone e tanti fiori bianchi oggi pomeriggio a Fontaniva (Padova) per i funerali di Nadia (in foto), la ragazza padovana di 14 anni che una settimana fa si è suicidata buttandosi dal tetto di un albergo abbandonato a Cittadella.

A dare l'ultimo saluto alla giovane tanti amici e compagni di scuola, compresi quelli delle medie, che si sono presentati ognuno con in mano una rosa bianca. Per la cerimonia è arrivata anche una corona di fiori inviata dalla presidente della Camera, Laura Boldrini, che non ha potuto partecipare alle esequie per impegni istituzionali a Roma.

I genitori hanno scelto per Nadia un semplice feretro di legno chiaro, con sopra fiori bianchi.


Attimi di tensione si sono avuti quando un parente della giovane ha contestato un'amica di Nadia che stava leggendo un messaggio d'addio dall'altare.

L'uomo ha prima fatto alcuni gesti con la mano, poi a voce alta ha detto 'basta, basta', chiedendo che la ragazza di fermasse. Quest'ultima, una compagna di classe di Nadia, aveva appena finito di leggere alcune righe "eri una compagna serie e discreta, scusa se non siamo riusciti ad aiutarti quando ne avevi bisogno...".

L'intervento dell'uomo ha convinto un'insegnante che accompagnava la ragazza a farla scendere dal leggio. Successivamente la giovane è scoppiata in lacrime.

Un'episodio spia della sofferenza con cui i familiari hanno vissuto la tragica fine della 14enne, convinti che se gli amici e i compagni di scuola avessero fatto presente prima i rischi che Nadia correva affidando i propri patimenti al sito 'Ask.fm' forse la tragedia poteva essere evitata.

Qualche istante di forte imbarazzo in chiesa, poi la cerimonia è proseguita con la lettura di altri messaggi d'addio per la ragazzina defunta.

Quanto alle indagini sui coetanei che attraverso il social network 'Ask.fm' avevano incitato Nadia ad uccidersi, deridendola e assecondando i suoi istinti suicidi, si è in attesa degli accertamenti affidati dalla Procura di Padova alla Polizia Postale, che potrebbe ottenere dalla Lettonia (il paese dove è nato il sito) gli indirizzi mail dai quali erano partiti gli insulti alla ragazza.

 

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×