30 maggio 2020

Vittorio Veneto

TOSAP, IL PD SI RIVOLGE ALLA CORTE DEI CONTI

De Bastiani accusa: «Due anni per fare una delibera, sei mesi per pubblicarla»

| Claudia Borsoi | commenti |

| Claudia Borsoi | commenti |

TOSAP, IL PD SI RIVOLGE ALLA CORTE DEI CONTI

VITTORIO VENETO - All'indomani della pubblicazione sull'albo pretorio della delibera 300 del 21 dicembre 2010, quella con cui la giunta Da Re azzera per la valenza pubblica dell'intervento i circa 150 mila euro che Camerin doveva al comune per l'occupazione del suolo pubblico di piazza Foro Boario, il PD cittadino si dice pronto a rivolgersi alla Corte dei Conti.

«Se ci sono voluti 30 mesi per cancellare il debito di Camerin - afferma il consigliere comunale Alessandro De Bastiani (PD) - significa che che la questione non è così semplice e trasparente come sostengono gli amministratori. Ora finalmente ci sono tutti gli elementi per trasmettere il caso alla Corte dei Conti che dovrà stabilire se la tassa era dovuta o meno e se c'è stato un danno all'erario comunale».

Una battaglia, quella del PD cittadino, che si porta avanti da alcuni mesi, tema che è stato al centro anche dell'ultimo consiglio comunale, seduta nella quale il sindaco Da Re ha annunciato l'imminente pubblicazione della delibera, "rimasta nel cassetto" per un errore.

«Qualcuno - chiude De Bastiani - ha commesso un errore che non è da poco trattandosi di 158.000 euro. Il sindaco Da Re, in consiglio comunale, ha indicato gli uffici tecnici come i responsabili pur ammettendo che tutti possono sbagliare. Vedremo se la Corte dei Conti condividerà lo stesso parere».

 



Claudia Borsoi

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×