19/04/2024sereno

20/04/2024poco nuvoloso

21/04/2024poco nuvoloso

19 aprile 2024

Treviso

Treviso, all'ex caserma Salsa procedono i lavori di riqualificazione

L'area di 26mila metri quadrati di proprietà del Demanio si sta completamente trasformando in un nuovo polmone verde e polo produttivo

|

|

cantiere caserma Salsa

TREVISO – Procedono i lavori di riqualificazione dell’ex Caserma Salsa di via Tommaso Salsa, a Treviso, chiusa dal 2005. In totale abbandono e disuso, l’area di 26mila metri quadrati di proprietà del Demanio si sta completamente trasformando in un nuovo polmone verde, nonché in un polo produttivo, tra i quartieri di Santa Maria del Rovere e Selvana. Per anni l’ex Caserma trevigiana ha rappresentato un vuoto urbano inserito in un tessuto cittadino densamente popolato.

Il suo progetto di riqualificazione – che rientra nel “Parfum Treviso” (PARchi e FiUMi di Treviso) – mira a restituire alla comunità uno spazio finora degradato e inaccessibile. Iniziati nell’aprile 2023, i lavori di restauro e di risanamento conservativo volti al recupero funzionale dei corpi di fabbrica dell’ex Caserma (mantenendo le volumetrie originali) si pongono l’obiettivo di trasformare il complesso in un hub multifunzionale, che diventerà sede moderna del Comando Provinciale, della Polizia Tributaria, dei Servizi logistici e degli alloggi di servizio e camerate della Guardia di Finanza. Nella stessa area si insedieranno a breve anche altri cantieri destinati ad ospitare uffici dell’Agenzia delle Entrate, uno studentato, una palestra, un polo dedicato alle start-up, un parco pubblico e altri spazi destinati agli uffici del Comune di Treviso. Il disegno architettonico prevede altresì la realizzazione di un corso d’acqua che seguirà l’intero tracciato di una nuova pista ciclabile e si snoderà lungo l’area verde. Cittadini, studenti e turisti saranno così i diretti beneficiari di questo progetto ambizioso, che apre le porte ad un futuro ricco di opportunità.

Nello specifico, il lotto di via Tommaso Salsa, dichiarato di interesse culturale, si compone di ben quattro fabbricati di due o tre piani ciascuno risalenti ai primi decenni del ‘900, distribuiti intorno ad un’area centrale. La Edil Co. Srl di Altamura (BA), ditta affidataria dei lavori, sta lavorando al recupero e alla ristrutturazione di questi edifici, riproducendo fedelmente sia le parti esterne che alcuni ambienti interni. I quattro fabbricati interessati dai lavori sono denominati Edificio 10, Edificio 11, Edificio 12 ed Edificio 6 (quest’ultimo destinato a mensa e ad archivio). Le lavorazioni avanzano contemporaneamente su tutti e quattro i blocchi, nel pieno rispetto nel cronoprogramma, nonché della data prevista di consegna.

Si è iniziato dai tetti, che sono stati completamente coibentati ed impermeabilizzati. In seguito si è passati agli interventi di consolidamento statico, oggi conclusi, insieme alla ristrutturazione delle murature interne e degli intonaci. Durante le demolizioni, sono stati impiegati cannoni polverizzatori d’acqua, al fine di ridurre la presenza di polvere. Attualmente sono invece in corso le predisposizioni relative agli interventi impiantistici e meccanici. Sempre al fine di non appesantire il normale traffico veicolare che transita nell’area, anche l’ingresso dei materiali nel cantiere è stato pianificato in orari strategici (la mattina dalle 6 alle 8 o il pomeriggio dopo le 17), mentre l’orario di lavoro è stato adeguato alle disposizioni delle ordinanze comunali attualmente in vigore.

 



Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×