27 settembre 2021

Treviso

Treviso, altoparlante a tutto volume per cacciare gli uccelli dall'aeroporto: residenti esasperati

La pratica viene eseguita alle 6.30 del mattino: “Alla faccia della salvaguardia della fauna, io sono stufo di essere svegliato ogni mattina così presto"

|

|

bird strike

TREVISO - Altoparlante a tutto volume per allontanare i volatili dalla pista e dalle traiettorie degli aerei in decollo o atterraggio all’aeroporto Canova di Treviso per evitare possibili problemi.

La pratica, però, viene eseguita alle 6.30 del mattino e i cittadini dei comuni di Treviso e Quinto che risiedono a due passi dallo scalo trevigiano non ne possono più.

“Alla faccia della salvaguardia della fauna del parco del Sile io sono stanco di essere svegliato ogni mattina così presto”, scrive un residente pubblicando un video su Facebook per far sentire il rumore assordante utilizzato per allentare la fauna, poi condiviso dal Comitato no ampliamento aeroporto che qualche giorno fa era ornato sul tema.

“Quando un aeroporto è pensato male accade quello che sta succedendo al Canova. Al rumore degli aerei che subiscono i cittadini, fuori norma di legge, si aggiungono le cannonate rumorosissime usate dal gestore aeroportuale come dissuasori per la fauna selvatica, al fine di allontanare gli uccelli dalla pista”.

“Il volo degli uccelli è un grande pericolo per la navigazione aerea: può interferire con le traiettorie di volo in decollo o in atterraggio", denunica da tempo il Comitato. "Da una parte il Parco del Sile dovrebbe favorire la nidificazione delle specie protette, il ristoro degli uccelli migratori, come ben scritto nel suo stesso regolamento, dall’altra quegli stessi uccelli vengono scacciati da quello stesso habitat perché rischiano di impattare con un aereomobile. E Nessuno si preoccupa.

"Per questo - annuncia il Comitato - Presenteremo un nuovo esposto alla Procura della Repubblica perché il Canova rappresenta un rischio per gli abitanti”.

 

 


| modificato il:

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×