05/12/2021nuvoloso

06/12/2021sereno

07/12/2021velature lievi

05 dicembre 2021

Treviso

Treviso, per un mese stop alla vendita e somministrazione di alcolici al bar Bixio

Dopo la chiusura per 5 gironi è arrivata l'ordinanza sindacale

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

bar Bixio

TREVISO - Sospesa la vendita e la somministrazione di alcolici al bar Bixio, situato nelle vicinanze dello stadio Tenni, a Treviso.

Dopo la chiusura di cinque giorni disposta dalla Questura una settimana fa per motivi di ordine pubblico e di sicurezza dei cittadini, è arrivata l’ordinanza sindacale di “stop alcol”: per un mese, da oggi al 25 dicembre, il locale non potrà vendere o somministrare alcol e super alcolici dalle ore 14 fino alle 3 di notte.

Un provvedimento mirato a tutelare la vivibilità urbana, il decoro della zona e soprattutto evitare che l’abuso di sostanze alcoliche possa in qualche modo favorire episodi di violenza. “Non è certo la prima volta che il comune, tramite il comando di Polizia Locale, emette ordinanze di “stop alcol””, spiega il comandante della municipale Andrea Gallo. “Il provvedimento è già stato assunto due volte nei confronti di un bar a San Liberale, verso due pubblici esercizi che operano nei pressi di vicolo Orioli e, nel mese di agosto, a carico di un bar di via Roma dove si era registrata un’aggressione”. Misure che hanno però portato a risultati importanti visto che, come nel caso del quadrante di via Roma e Orioli, ha contribuito a far cessare gli episodi di violenza.

“Tali provvedimenti - aggiunge Gallo - permettono di responsabilizzare gli esercenti che in qualche modo devono intervenire per prevenire episodi di violenza o intemperanza dei propri clienti, salvaguardando il più possibile la vivibilità della zona dove operano i singoli pubblici esercizi”.

 

Leggi anche:

Treviso, chiuso per cinque giorni il bar Bixio

 



foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×