22 settembre 2020

Treviso

Tuffi in piena notte nel canale ai Buranelli in centro a Treviso

Il sindaco Conte: “Non tolleriamo questo tipo di bravate"

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

buranelli Treviso

TREVISO - Un tuffo per rinfrescarsi dal caldo e dall’afa di una notte di inizio agosto. L’idea di un gruppetto di giovani non sarebbe affatto sbagliata, peccato che la scelta del luogo del bagno non sia stata esattamente quella più giusta. Tutt’altro. I giovani che la settimana scorsa hanno deciso di spogliarsi e fare un bagno hanno scelto il canale dei Buranelli, uno dei luoghi più caratteristici di Treviso, a due passi da Cà Sugana, sede del comune, come luogo per i tuffi.

I ragazzi in piena notte, tra risate e schiamazzi, non curanti del luogo, hanno iniziato a fare il bagno e a tuffarsi dalla riva dei due salici, di fronte alla scultura tributo a Giovanni Comisso, la cui ombra compare lungo il canale dei Buranelli, a fianco della casa dove lo scrittore trevigiano trascorse gli ultimi anni della sua vita. Le grida e gli schiamazzi provenienti dall’acqua hanno svegliato i residenti che hanno assistito alla scena increduli, oltre che preoccupati visto che in quel punto l’acqua non è molto profonda e certamente non adatta ai tuffi.

Non sarebbe la prima volta che qualcuno, preso dai fumi dell’alcol, decide di tuffarsi nel canale dei Buranelli.

Sull’episodio il sindaco Mario Conte è categorico: “Non tolleriamo questo tipo di bravate. Se c’è da divertirsi si può ma con testa. Ogni volta che ci vengono segnalati o verifichiamo episodi di mancanza di rispetto nei confronti della città e dei cittadini interveniamo con sanzioni molto severe. E lo faremo anche questa volta perché riteniamo il gesto una mancanza di rispetto oltre ad essere molto pericoloso per chi si tuffa”.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×