13 agosto 2020

Treviso

Tuffo da una zona vietata di Jesolo, 19enne ora rischia la paralisi

È accaduto da un pontile rimasto chiuso per evitare assembramenti: il giovane è ricoverato a Mestre

| Gianandrea Rorato |

| Gianandrea Rorato |

Si tuffa dal pontile vietato, rischia la paralisi

TREVISO - Nonostante il divieto, si tuffa dal pontile e ora rischia la paralisi. Vittima un 19enne tunisino residente in provincia di Treviso.

Il ragazzo si era tuffato da una zona vietata: il Comune aveva deciso di non rendere possibile l’accesso per evitare assembramenti.

Verso le 16.30 il dramma di fronte alla spiaggia antistante a Piazza Milano.

Il giovane era insieme a un amico: si è tuffato di testa nonostante il richiamo dei bagnini. Ma a causa del fondale basso è rimasto ferito alla schiena.  Il ragazzo ha Infatti impattato violentemente con il capo sul fondale e l'impatto ha causato la lesione di una vertebra cerebrale.

Alcuni bagnanti che avevano assistito alla scena hanno allertato i soccorsi. 

L'ambulanza dell'ospedale di Jesolo è intervenuta sul posto dove personale ha immobilizzato il giovane. L'elicottero del Suem ha poi trasferito il 19enne all'ospedale di Mestre dov'e tutt'ora ricoverato. I medici non escludono che il giovane possa restare paraplegico.

 


| modificato il:

Gianandrea Rorato

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×