27/01/2022nubi basse e schiarite

28/01/2022poco nuvoloso

29/01/2022velature sparse

27 gennaio 2022

Mogliano

UN’ORDINANZA CONTRO IL DEGRADO URBANO

Maggiori sanzioni per i recidivi. L’amministrazione usa il pugno di ferro contro chi imbratta muri o getta immondizie fuori dei luoghi deputati

| |

| |

CASIER - L’amministrazione comunale sta riscontrando con sempre maggior frequenza l’imbrattamento con scritte, disegni con bombolette spray, adesivi, di edifici pubblici e privati, cabine Enel, gas metano e della segnaletica stradale.

Altra tendenza è la crescente incuria in cui vengono lasciati immobili privati con relative aree di pertinenza e terreni incolti, puntualmente segnalati a Sindaco, assessori e consiglieri. Un grave segno di inciviltà è anche l’abbandono di rifiuti di qualsiasi genere e addirittura dei sacchetti di immondizia domestica lungo le rive del Sile, nei fossati, nei cassonetti dei cimiteri e perfino nei cestini pubblici.

I “furbetti delle immondizie” pensano di pagare meno per l’asporto rifiuti ma non hanno ancora capito che la tariffa prevede una quota fissa di svuotamenti per cui l’ipotetico risparmio in realtà è poca cosa.“Per salvaguardare l’ambiente e l’igiene e anche per tutelare il decoro del centro urbano e di tutto il territorio comunale, abbiamo ritenuto necessario – spiega l’assessore alla Polizia Locale, Miriam Giuriati - emanare un’ordinanza che sanzioni tali comportamenti”.

L’importo minimo stabilito per i trasgressori è stato fissato in 50 euro, che arrivano a 500 qualora l’autore di tali atti fosse recidivo. La nuova ordinanza con l’auspicio che possa contribuire ad un ulteriore miglioramento della qualità urbana, vuole soprattutto sollecitare la consapevolezza che un paese pulito è responsabilità di ogni singolo cittadino.

 


| modificato il:

Leggi altre notizie di Mogliano
Leggi altre notizie di Mogliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×