29 marzo 2020

Valdobbiadene Pieve di Soligo

Un selfie con il cuore tra le colline Unesco: è "Valdobbiadene in love"

Sono stati allestiti temporaneamente dei grandi cuori ideali per scattarsi un "selfie" nel fine settimana dedicato alla festa degli innamorati

| commenti |

| commenti |

Un selfie con il cuore tra le colline Unesco: è

VALDOBBIADENE - Si sta dimostrando un vero e proprio successo di territorio l’iniziativa “Valdobbiadene in love”. In occasione del prossimo fine settimana di San Valentino, tra venerdì 14, sabato 15 e domenica 16 febbraio 2020, infatti, le colline dell’Alta Marca Trevigiana si sono mobilitate per rendersi meta privilegiata della festa degli innamorati.

 

Come? Attraverso la cura di un’immagine coordinata che offra a turisti e visitatori un'accoglienza diffusa tra le colline riconosciute paesaggio culturale patrimonio mondiale dell’umanità. Una proposta messa in campo dagli assessorati al turismo di parte dei Comuni facenti capo all’ufficio turistico Iat di Valdobbiadene: oltre al valdobbiadenese anche Farra di Soligo, Follina, Miane, Pieve di Soligo, Refrontolo e Vidor.

 

Tanti cuoricini rossi stanno decorando le strutture ricettive, gli esercizi commerciali e le diverse realtà che si occupano di accoglienza nel territorio, creando una positiva sinergia contagiosa tra gli addetti ai lavori. “I riflessi dell’iniziativa sono molto positivi in tutto il territorio - spiega Tommaso Razzolini, vicesindaco di Valdobbiadene e promotore dell’idea - compreso tra i Comuni interessati. Tanti esercenti hanno sposato di buon grado l’idea, condividendo a mezzo social le foto delle proprie attività addobbate con il cuore”.

 

In diversi punti panoramici d’effetto, tra i Comuni coinvolti nell’iniziativa, sono stati allestiti temporaneamente anche dei grandi cuori ideali per scattarsi un "selfie" in un paesaggio unico al mondo nel fine settimana dedicato alla festa degli innamorati.  A Valdobbiadene le installazioni troveranno spazio alla suggestiva “terrazza" di San Floriano, lungo la provinciale tra le colline vitate di Guia, nel cuore del Cartizze, all’Osteria senza oste e anche a San Pietro di Barbozza lungo via della Cima tra i sassi di Zoe. 

 

A Farra di Soligo sul San Gallo e in prossimità dell’auditorium Santo Stefano. A Follina in piazza 4 Novembre, mentre a Miane in prossimità del municipio e davanti alla fontana di piazza 2 Giugno. A Pieve di Soligo spazio all’isola sul Soligo, a Refrontolo in piazza e al Molinetto della Croda. A Vidor davanti al municipio e in prossimità dell’Abbazia di Santa Bona, eccezionalmente aperta per l’evento.

 

Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo
Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×