02/12/2022pioggia debole

03/12/2022pioggia debole

04/12/2022pioggia

02 dicembre 2022

Conegliano

"Una stanza tutta per sé" in commissariato a Conegliano

Sarà utilizzata per l’attività di polizia giudiziaria, escussioni e denunce sporte dalle vittime di violenza

|

|

CONEGLIANO - Nella giornata odierna si è svolta la  cerimonia ufficiale di inagurazione della sala per le audizioni protette delle vittime di violenza presso il Commissariato della Polizia di Stato di Conegliano.
All’evento hanno partecipato il Prefetto Angelo Sidoti, il Questore di Treviso Manuela De Bernardin e il sindaco di Conegliano Fabio Chies: la stanza è dedicata al ricordo di Irina Bacal, vent’anni, vittima di femminicidio a marzo 2017, ed ha avuto la benedizione del Vescovo di Vittorio Veneto, Corrado Pizziolo. Allestita dall’Associazione Soroptimist Club di Conegliano – Vittorio Veneto nell’ambito del progetto “Una stanza tutta per sé”, l’ambiente è stato creato ad hoc per le vittime di violenze ed eventuali figli minori, con giochi, arredi e decorazioni dedicate ai più piccoli.
La stanza viene  utilizzata per l’attività di polizia giudiziaria, escussioni e denunce sporte dalle vittime di violenza.
Lo scopo era costituire un’ area dedicata per le persone che trovano il coraggio di raccontare le loro vicissitudini, al fine di contemperare le esigenze investigative con quelle di tutela dei minori, delle donne e di ogni altro soggetto vittima di maltrattamenti, violenze sessuali o stalking.
Nella giornata di domani 25 novembre in occasione della “Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne” il Commissariato di P.S ha inoltre aderito all’iniziativa  “Orange The World” che prevede l’illuminazione di colore arancione delle sede ove è situata la sala audizioni protette

 


| modificato il:

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×