14 aprile 2021

Castelfranco

Utap preso d’assalto: “Tutti vogliono fare il tampone gratis”

Lo sfogo del sindaco di Pieve del Grappa perché l’Unità territoriale di assistenza primaria è stata assediata dalle richieste

| Maria Elena Tonin |

immagine dell'autore

| Maria Elena Tonin |

Utap preso d’assalto: “Tutti vogliono fare il tampone gratis”

PIEVE DEL GRAPPA - "Sì, però non potete intasare l’Utap per chiedere di fare il tampone se non ne avete davvero bisogno, per cortesia date la precedenza a chi ha necessità immediata!!!" è lo sfogo attraverso i social di Annalisa Rampin, sindaco di Pieve del Grappa alla vigilia dell'installazione del nuovo punto tamponi presso il parcheggio del cimitero di Crespano. La possibilità di fare il tampone rapido e gratuito ha probabilmente allettato più di un cittadino, tanto da intasare la già bistratta rete di telefonia dell'Utap (Unità territoriale di assistenza primaria).

Il presidio attivo da stamattina presso il parcheggio San Pancrazio, il primo, dopo l'ordinanza del Presidente della regione Zaia, coinvolge sei medici di base e un bacino territoriale che va da Cavaso del Tomba a Borso del Grappa. "Era immaginabile che la possibilità di un tampone gratuito, in tempi come questi, venisse preso d'assalto, come sono possibili piccoli disagi nei primi giorni, finché non si va a regime." spiega Flavio d'Agnol sindaco di Borso del Grappa "Per questo mi accodo alla collega di Pieve nell'invitare i cittadini ad avere un pò di pazienza."

 

Dai sindaci un ringraziamento ai medici di base che hanno aderito all'iniziativa. Diverso invece il discorso per la linea telefonica con cui si accede ai servizi dell'Utap. Se a febbraio gestiva 20mila utenze ed era sufficiente, l'emergenza covid ha messo in crisi l'unica linea telefonica, tanto che molti utenti si sono sfogati, anche sui social, per la fatica, se non l'impossibilità di raggiungere il proprio medico di base.

 

"Mi ha dato molto fastidio il modo in cui i medici si sono messi sulla difensiva, di fronte alla segnalazione di un mio concittadino, invocando l'intervento pubblico. Credo, in tutta onestà, che i medici si possano permettere di sostenere la spesa di 215 euro all'anno per una seconda linea o addirittura una terza. Il Covid ha messo in atto dinamiche che richiedono un ascolto più attento e reso il servizio telefonico indispensabile: a questo si aggiungono le normali neccesità dei pazienti che hanno bisogno del medico. Impensabile aspettare il "pubblico" per risolvere il problema. I medici facciano la loro parte."

 

E' un peccato, conclude il sindaco di Borso del Grappa, che "un servizio che è stata un'intuizione straordinaria, che funziona e ha abbattuto i tempi di attesa" venga vanificato dall'impossibilità di telefonare. Il centro tamponi veloci n modalità drive- in, sarà attivo da oggi 19 novembre, nel parcheggio San Pancrazio di Pieve del Grappa, previa prenotazione all'Utap.

 



foto dell'autore

Maria Elena Tonin

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

immagine della news

31/12/2020

Buon 2021: gli auguri dai sindaci della Marca

Gli auguri da: Treviso, Castelfranco, Vittorio Veneto, Montebelluna, Conegliano, Mogliano, Asolo, Pieve di Soligo, Oderzo, Motta di Livenza, Pieve del Grappa, Valdobbiadene e Ponte di Piave

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×