23 settembre 2020

Valdobbiadene Pieve di Soligo

Utenti del centro prelievi scontenti per l’arrivo della cassa automatica

La chiusura dello sportello con l’operatore non persuade tutti

| Ingrid Feltrin Jefwa |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa |

Utenti del centro prelievi scontenti per l’arrivo della cassa automatica

FARRA DI SOLIGO – La sede Ulss di Soligo presso la casa di riposo Bon Bozzolla in via Dei Bert, 44 da qualche giorno è oggetto di diversi cambiamenti: in primis il trasferimento (fin da lunedì 13) delle attività dei Poliambulatori alla sede di Pieve di Soligo in via Lubin 16, per la ristrutturazione e l’ampliamento della Casa di Riposo Bon Bozzolla. In secondo luogo, l’unico servizio che l'Ulss 2 ha mantenuto nella sede del Bon Bozzolla, vale a dire il punto prelievi e la consegna dei referti ha registrato la chiusura dello sportello per il pagamento delle prestazioni, con l’istallazione di una cassa automatica.

Quest’ultima novità ha destato malumori tra l’utenza soprattutto a fronte del fatto che per gli anziani, l’utilizzo della cassa automatica, risulta essere difficoltoso. La novità, invero, ha riguardato anche altre sedi dell’Ulss come il centro prelievi di Conegliano però in questo caso è stata predisposta la presenza di un operatore che aiuta gli utenti ad usare la cassa automatica, fintanto che i fruitori non prendono confidenza con l’apparecchiatura.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo
Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×