04 giugno 2020

Treviso

Veneto zero contagi, la Regione precisa:"L'epidemia non è finita"

Aver registrato zero contagi in un giorno non significa che l'epidemia da Covid 19 sia finita

| commenti |

| commenti |

Veneto zero contagi, la Regione precisa:

TREVISO - Aver registrato zero contagi in un giorno non significa che l'epidemia da Covid 19 sia finita. Lo precisa la dottoressa Francesca Russo, a capo del Servizio di Prevenzione della Regione Veneto, riferendosi all'annuncio dato ieri dal professor Andrea Crisanti che il Veneto aveva raggiunto lo zero contagi, in netto anticipo rispetto alle previsioni. "Crisanti - osserva Russo - ha fatto un'analisi dei dati pubblicati ieri. Ha visto che dalla mattina al pomeriggio non avevamo più alcun tampone positivo e quindi ha detto che c'erano zero contagi, ma intendeva che siamo in discesa perchè così è".

 

"Il dato di zero positivi - precisa - deve essere valutato come un dato a quel giorno, ma poi deve essere considerato nel tempo. Lo dico - aggiunge - perchè abbiamo un monitoraggio regionale e nazionale, che è molto specifico sull'andamento dell'epidemia ed è legato a degli indicatori di risultato che vengono valutati non da giorno a giorno, ma sul trend di due settimane". Questo dà la possibilità di capire "se siamo in una situazione stabile rispetto ai 14 giorni precedenti, se siamo in aumento o in decremento". Russo osserva anche che "dagli ultimi dati il Veneto è a 0,41 e questo fa sì che allo stato attuale la regione sia definita con una contagiosità bassa. E' importante anche il dato dei focolai che è calcolato anche quando il contagio viene tra due sole persone. L'aumento dei focolai da una settimana all'altra, superate le due settimane, e non da un giorno all'altro, potrebbe portare la regione o una parte di essa dalla Fase 2 alla Fase 1".

 

Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×