19/04/2024sereno

20/04/2024poco nuvoloso

21/04/2024poco nuvoloso

19 aprile 2024

Cronaca

Vince alla lotteria 340 milioni di dollari, poi l'amara sorpresa

I numeri apparsi sul sito web erano quelli sbagliati

|

|

lotteria

Un sogno che si avvera: vincere alla lotteria e diventare multimilionario. Un'esperienza che pochi possono immaginare, e ancor meno possono vivere. Ma per John Cheeks di Washington, negli Stati Uniti, questo sogno sembrava diventare realtà quando i numeri che aveva giocato alla Powerball si sono rivelati vincenti per un incredibile premio di 340 milioni di dollari. Tuttavia, il suo sogno si è rapidamente trasformato in un incubo quando ha scoperto che il tutto era solo un tragico errore.

Tutto è iniziato lo scorso gennaio, quando John ha verificato i numeri vincenti sul sito ufficiale della lotteria e ha notato che corrispondevano esattamente ai numeri che aveva giocato. In preda all'euforia, si è precipitato nell'ufficio della lotteria per riscuotere il suo premio da capogiro, solo per essere accolto con una notizia scioccante: i suoi numeri non erano vincenti. Il motivo dietro questa delusione è stato rivelato come un errore umano. Il team di controllo qualità aveva erroneamente pubblicato i numeri di prova sul sito web pubblico anziché sul sistema interno. Questi stessi numeri sono poi finiti sul sito ufficiale accanto ai veri numeri vincenti.
Quando l'errore è stato notato e corretto, era troppo tardi: John aveva già festeggiato la sua presunta vincita.

Ora, questa storia si sta trasformando in una battaglia legale. John Cheeks ha conservato il suo biglietto vincente in una cassetta di sicurezza e si è rivolto a un avvocato per fare causa. In tribunale, la project manager ha spiegato l'errore umano che ha portato alla confusione. La probabilità di vincere alla Powerball sono incredibilmente basse, una su oltre 292 milioni. E il premio che John avrebbe vinto era tra i più alti jackpot mai messi in palio al mondo. Ora, spetta a un tribunale decidere chi avrà la meglio in questa disputa.

 



Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×