25/05/2024nubi sparse e temporali

26/05/2024sereno

27/05/2024poco nuvoloso

25 maggio 2024

Ciclismo

Altri Sport

Vittorio Veneto, addio a Efrem Dall'Anese, ex ciclista professionista

Originario di Formeniga, ex operaio della Maschietto a Zoppè di San Vendemiano, passò poi alla Electrolux dove andò in pensione dal gennaio 2008

|

|

Vittorio Veneto, addio a Efrem Dall'Anese, ex ciclista professionista

VITTORIO VENETO - Si è spento mercoledì notte all’hospice dell’ospedale di Vittorio Veneto Efrem Dall'Anese, ex professionista di ciclismo, nato l'11 settembre 1950 a Formeniga. Il decesso è avvenuto per un male incurabile: viveva a Conegliano. Lascia la moglie Graziella, di 64 anni (era sposato dal 1981), il figlio Nicola e il nipote Vittorio, di 14 mesi, “La sua grande gioia” dice la moglie nell’articolo sul quotidiano “la tribuna di Treviso”. Ex operaio della Maschietto a Zoppè di San Vendemiano, passò poi alla Electrolux dove andò in pensione dal gennaio 2008. La cerimonia funebre si svolgerà domani alle 10 nella chiesa dell’Immacolata di Lourdes, a Conegliano.

Gareggiò in bicicletta negli anni '60 e '70. Tra i dilettanti, Efrem Dall'Anese si è distinto vincendo diverse gare in montagna, grazie alle sue doti di scalatore. Si aggiudicò il Giro della Valle d'Aosta nel 1972. Dopo le sue prestazioni, passò al professionismo nel 1974 nella squadra Filcas. Il suo miglior risultato è stato un nono posto al Giro del Friuli. Ha preso parte anche al Giro d'Italia, che ha concluso al 53° posto. Nelle stagione 1971-1973 corse con l’Uc Vittorio Veneto. Nel 1974 gareggiò con la Filcas dei miracoli. La squadra diretta dal trevigiano Remigio Zanatta, vinse la maglia rosa nella prima tappa del Giro d’Italia a Roma con il belga Wilfred Reybrouck. Vi rimase anche il giorno dopo.

La Filcas era formata da Attilio Benfatto, Claudio Bortolotto, Efrem Dall’Anese, Adriano Durante, Simone Fraccaro, Alessio Peccolo, Wilfred Reybrouck, Luciano Rossignoli, Erik Serlet, Luca Venturato e Franco Vian. “Un gran bravo scalatore nella categoria dilettanti - ricorda Claudio Bortolotto di Orsago, suo compagno di squadra nella Filcas - mi ha battuto nell’arrivo a Piancavallo prima che passasse professionista. Poi dopo aver fatto una stagione, si è ritirato dal ciclismo agonistico”. Nella sua carriera da dilettante nel 1968 si aggiudicò la Schio-Ossario del Pasubio, nel 1970 la Bassano-Monte Grappa, nel 1972 la Bassano-Monte Grappa, Giro della Valle d'Aosta. Da professionista fu 53° al Giro di Spagna nel 1974.

Sandro Bolognini

 

Le società Sportive

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×