03 aprile 2020

Vittorio Veneto

Vittorio Veneto, c'è chi non si rassegna a stare a casa e va a correre: scattano i controlli con i droni

Negli ultimi 4 giorni – prima dell’introduzione dei controlli con i droni - sono state denunciate quattro persone

| Roberto Silvestrin | commenti |

immagine dell'autore

| Roberto Silvestrin | commenti |

Vittorio Veneto, c'è chi non si rassegna a stare a casa e va a correre: scattano i controlli con i droni

VITTORIO VENETO - C’è proprio chi non si rassegna a stare in casa nonostante i decreti, le ordinanze e gli appelli. E allora anche a Vittorio Veneto scattano, da oggi, i controlli con i droni da parte della polizia locale. Come ha spiegato il comandante Ezio Camerin, continuano ad arrivare segnalazioni di runner impegnati in corse lungo strade e sentieri.

 

I droni faciliteranno così gli agenti nell’individuazione di chi trasgredisce le limitazioni, permettendo poi di denunciare chi verrà “beccato” fuori casa per motivi diversi da quelli indicati e previsti dal decreto.

 

Negli ultimi 4 giorni – prima dell’introduzione dei controlli con i droni - sono state denunciate quattro persone, sorprese “fuori” senza un valido motivo in bicicletta, con il cane o a piedi.

 

Ma non è tutto: la polizia locale sta effettuando controlli anche presso i supermercati, per verificare che le persone stiano facendo realmente la spesa e non stiano invece usando quella del punto vendita come “scusa” per fare un po’ di moto.

 

Controlli quindi anche sugli articoli acquistati: rischia infatti chi viene “beccato” con un singolo alimento o con soli beni non necessari all’uscita del supermercato.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×