09 aprile 2020

Vittorio Veneto

Vittorio Veneto, cambio al vertice del Museo della Battaglia

L'attuale direttrice Scalet assegnata esclusivamente all’Unità Pianificazione Territoriale del comune di Vittorio Veneto

| Roberto Silvestrin | commenti |

immagine dell'autore

| Roberto Silvestrin | commenti |

Vittorio Veneto, cambio al vertice del Museo della Battaglia

VITTORIO VENETO - Cambio ai vertici del Museo della Battaglia: l’incarico di direttore passa infatti da Maria Cristina Scalet a Orietta Pizzol, responsabile delle biblioteche e dell’archivio storico, dal 1 novembre.

 

Lo ha reso noto il sindaco Roberto Tonon, rispondendo ad un’interrogazione del consigliere comunale di Forza Italia Paolo Santantonio, che aveva chiesto chiarimenti in merito ad un possibile trasferimento di Scalet presso l’agenzia regionale Avepa. Un passaggio che non si è concretizzato – spiega il primo cittadino - “per mancato accordo tra gli enti sui tempi di trasferimento”.

 

Scalet è stata quindi assegnata esclusivamente all’Unità Pianificazione Territoriale del comune di Vittorio Veneto. Il comune ha stabilito inoltre che, all’interno della rete museale, il Museo della Battaglia verrà tenuto distinto dai Musei Civici d’Arte, compreso quello del baco da seta. Per questi ultimi “è in corso di definizione l’incarico di conservatore alla dottoressa Francesca Costaperaria”.

 

Intanto Santantonio ha espresso soddisfazione per la risposta ricevuta dal sindaco: “L'indiscusso maggior peso che acquista ora l'unità operativa "Pianificazione territoriale" con un funzionario a tempo pieno sarà sicuramente d'aiuto per la redazione del PAT (Piano Assetto Territorio), di cui Vittorio è tuttora privo”.

 

Il forzista ha però auspicato, al termine delle celebrazioni legate alla Grande Guerra, la “riunificazione della rete museale cittadina in capo ad un unico responsabile”.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×