03/12/2022pioggia debole

04/12/2022pioggia

05/12/2022pioggia debole

03 dicembre 2022

Vittorio Veneto

Vittorio Veneto, con l'ottobre in rosa ripartono tutte le attività della Lilt

L'impegno di oltre 140 volontari

|

|

lilt vittorio veneto

VITTORIO VENETO - Due anni di black out a causa delle note restrizioni del periodo pandemico, e ora si cerca di recuperare il tempo perduto: ripartono con nuovo vigore dato dall’entusiasmo ed impegno di oltre 140 volontari le iniziative della delegazione Lilt di Vittorio Veneto. Si erano bloccate diverse attività della sezione, ma ad esempio già dal mese di agosto è ripartito il servizio dei volontari in ospedale, per dare informazioni, orientamento e aiuto alle necessità di utenti e pazienti, soprattutto della terza età, in difficoltà spesso davanti alle nuove tecnologie in uso anche nelle strutture sanitarie. Incombono ora gli appuntamenti dell’”Ottobre in rosa”, 30esima campagna nazionale “Nastro rosa”, che prevede un convegno il 6 ottobre in biblioteca civica, la prima Marcia dei Laghi in rosa il 30 ottobre, le visite senologiche gratuite tutti i sabati di ottobre negli ambulatori di Refrontolo, Cappella Maggiore e della sede Lilt di via Mascagni, con obiettivo mortalità zero per tumore al seno. Interessante sarà il corso di arte-terapia (sono aperte le iscrizioni allo 0438/560042), quattro incontri di laboratorio dal titolo “L’arte del BenEssere” rivolti a chi ha affrontato o sta affrontando il tumore, e ai loro cari.

 

“A breve organizzeremo anche i corsi di aggiornamento e formazione per i volontari – annuncia il responsabile della delegazione vittoriese Ugo Pollesel -, per gli autisti dell’associazione che nei giorni scorsi ricevuto il premio “Ponte della Bontà”. Il riconoscimento è andato all’impegno e allo sforzo che ogni mattina fanno gli autisti Lilt, che trasportano i malati di tumori nei luoghi di cura del Triveneto e oltre. Il nostro è il gruppo più numeroso, ma c’è sempre bisogno di nuova linfa. Poi avvieremo un corso di formazione per i volontari che operano all’Hospice e fanno assistenza”.

 

Ma le iniziative di una associazione così vivace sono molte altre: “Siamo stati in “letargo” per due anni – conferma Pollesel – dove per forza di cose non potevamo organizzare nulla in sede, in ospedale. Finalmente ricominciamo con nuova verve l’attività, e cerchiamo di recuperare anche coloro che per l’inattività si sono allontanati e cercare chi può dedicare un po’ del suo tempo ad aiutare chi è meno fortunato”. Solo per dare uno spaccato di vita della Lilt le attività e iniziative come Ottobre in Rosa sono davvero tante: si va dal servizio trasporti alle visite di prevenzione gratuite, e poi la presenza in Hospice e l’orientamento in ospedale, fino all’assistenza domiciliare, la fisioterapia post operatoria, corsi di ginnastica, supporto psicologico, corsi di yoga, gruppi cammino, corsi di cucina e salute, contro il fumo, di manipolazione con gli alunni delle scuole elementari. OT

 


| modificato il:

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×