21/01/2022poco nuvoloso

22/01/2022velature lievi

23/01/2022sereno

21 gennaio 2022

Vittorio Veneto

Vittorio Veneto: il giornale e il gelato ai giardini, gli anziani rivivono il proprio passato con il visore e la realtà virtuale

Il progetto ha coinvolto sei ospiti dell’Ipab “Cesana Malanotti”

| Roberto Silvestrin |

immagine dell'autore

| Roberto Silvestrin |

Vittorio Veneto: il giornale e il gelato ai giardini, gli anziani rivivono il proprio passato con il visore e la realtà virtuale

VITTORIO VENETO - Un pomeriggio nel futuro: questo hanno vissuto, lo scorso venerdì 12 novembre, sei ospiti dell’Ipab “Cesana Malanotti” di Vittorio Veneto. Frutto di una collaborazione tra FabCube, l’acceleratore d’impresa che ha sede in Viale Vittorio Emanuele II, e la locale Casa di Riposo, l’attività ha rappresentato il momento conclusivo del laboratorio “Videomakers 360°”, finanziato dalla Regione del Veneto e commissionato dal Comune di Sernaglia della Battaglia.

 

Protagonisti del corso, iniziato il 22 settembre scorso, sono stati 8 ragazzi tra i 17 e i 29 anni, guidati dal docente Antonio Roman di Big Reel Studio, che hanno avuto l’opportunità di imparare le basi del videomakeing, hanno predisposto la sceneggiatura di due video, li hanno poi registrati e montati fino ad arrivare ai due prodotti finiti, con immagini a 360°: grazie a questa tecnologia è stata possibile una piena immersività nel mondo virtuale per gli anziani ospiti, selezionati del personale dell’IPAB. Gli argomenti trattati? I ragazzi hanno scelto di riproporre momenti tipici della vita quotidiana prima del trasferimento, registrando principalmente sul territorio del vittoriese: dall’acquisto del giornale a Ceneda o in centro al gelato ai giardini, dal caffè nella sede di una locale associazione alla passeggiata al Parco Papadopoli, tutto è stato incentrato sul ricostruire piccoli pezzi della quotidianità perduta, accompagnati da simpatici nipoti virtuali.

 

Questo genere di esperienze, diffuse in nord Europa e che si stanno affacciando timidamente anche in Italia, grazie all’utilizzo di moderni visori di realtà virtuale consentono agli ospiti delle case di riposo di vivere dinamiche fortemente immersive, che quindi hanno un grande impatto emotivo: è proprio per questo che l’effetto positivo non termina togliendo il visore, ma prosegue sotto forma di entusiasmo anche nei giorni successivi. 

 


| modificato il:

foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×