04 giugno 2020

Vittorio Veneto

Vittorio Veneto, gli immigrati del Ceis donano 800 euro al sindaco per l'emergenza Coronavirus

L’iniziativa per raccogliere i soldi da usare in emergenza è sorta spontanea tra gli ospiti

| commenti |

| commenti |

ceis vittorio veneto donazione

VITTORIO VENETO - Una sorpresa per il sindaco di Vittorio Veneto, Antonio Miatto: una donazione da 800 euro, per i colpiti da coronavirus, donato – previo appuntamento - da una piccola rappresentanza (mascherine di prammatica sul naso) degli immigrati, ospiti seguiti dalla coop Integra nelle strutture del Ceis a Serravalle, in attesa del permesso.

 

L’iniziativa per raccogliere i soldi da usare in emergenza è sorta spontanea tra gli ospiti. La delegazione, oltre ai soldi ha portato una lettera, con le motivazioni del gesto: “Il nostro sentimento può essere rappresentato da due espressioni di alcuni nostri compagni. La prima: è una cosa molto buona. È giusto che noi facciamo qualcosa per le persone che soffrono. Noi siamo qui da 3 o 4 anni e queste persone ci hanno dato tutto. È giusto che anche noi aiutiamo loro quando hanno bisogno. La seconda: molti di noi stanno davanti ai supermercati e chiedono soldi. Capita che alcune persone tirino fuori dalla tasca una banconota di 20 euro e te la diano. Se abbiamo occasione come questa di dare indietro ciò che abbiamo ricevuto gratuitamente, per esprimere la nostra gratitudine, perché non approfittarne?”.

 

Nella lettera citano gli operatori che “hanno permesso di fare una cosa buona”. “Abbiamo accolto il suggerimento dei nostri operatori con sincero entusiasmo, come dono di Dio che ci dava l’opportunità di fare qualcosa per il nostro prossimo. Non avremmo mai saputo come comportarci di fronte a una emergenza come quella che viviamo oggi. Non esageriamo se Le diciamo che tutti i nostri ragazzi hanno reagito come se aspettassero questa occasione”.

 

Poi rivolti direttamente al sindaco: “Noi vogliamo ringraziare Lei e tutti coloro che hanno contribuito a rendere possibile questo incontro di oggi. Ci sentiamo onorati e ancora più accolti. Voi siete la più immediata autorità alla quale possiamo giungere per esprimere il nostro sentimento al territorio e al paese. Per esprimere il nostro sincero ringraziamento al territorio di Vittorio Veneto e ai vittoriesi, alla regione Veneto e a tutta l’Italia, per averci accolto e fatto sentire persone. Ci uniamo al coro di tutti quelli che gridano con fiducia e speranza che ‘andrà tutto bene’. Dio ci benedica tutti”.

 

Accorata la risposta del sindaco Miatto, con lettera del 4 maggio, che ha reso pubblico l’evento: “Desidero esprimere la mia riconoscenza e i miei personali, sentiti ringraziamenti per la vostra preziosa collaborazione, in un periodo così difficile come quello che il nostro Paese e la nostra comunità stanno attraversando. Grazie per l’aiuto che ha contribuito a sostenere l’impegno dell’Amministrazione comunale a favore dei più deboli e alle esigenze di cittadini, famiglie e bambini in difficoltà. Sento la vostra vicinanza e vi esprimo la gratitudine mia e dell’intera Città, per questa sincera manifestazione di sostegno nei confronti dei più bisognosi. In un momento così difficile il vostro appoggio ci fa sentire più uniti e vicini”.

 

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×