27 settembre 2021

Vittorio Veneto

Vittorio Veneto, polemica sul taglio degli alberi

Legambiente: "Anche nel pieno periodo vegetativo e in epoca di riproduzione degli uccelli"

| Roberto Silvestrin |

immagine dell'autore

| Roberto Silvestrin |

Vittorio Veneto, polemica sul taglio degli alberi

VITTORIO VENETO - Ancora polemica sul taglio degli alberi a Vittorio Veneto. “Continua l’abbattimento delle alberature stradali in zona centrale a Vittorio Veneto, anche nel pieno periodo vegetativo e in epoca di riproduzione degli uccelli. Sicuramente decine di nidi saranno andati distrutti”, si legge in una nota diffusa da Legambiente del Vittoriese.

 

“La triste sorte questa volta sta toccando ad alcune acacie tra via Nanetti e via Brandolini e ad alcuni pioppi in zona Serravalle – continuano dal circolo ambientalista -. Ancora una volta vengono tagliati alberi, molto spesso sani. Non esiste un piano del verde pubblico o, se esiste, non ci è dato saperlo, dato che la nostra richiesta di accesso agli atti ambientali per conoscerlo è ancora inevasa dallo scorso dicembre”.

 

L’attuale assetto paesaggistico di Vittorio Veneto è stato tutelato e dichiarato di interesse pubblico da un decreto ministeriale del 1965.

 

“Ricordiamo l’importanza che hanno in città i viali alberati in generale: garantiscono ombra ai pedoni, abbassano le temperature al suolo, contribuiscono ad assorbire il carico di inquinanti da scarichi veicolari e a smorzare anche l’inquinamento acustico del traffico urbano”, dichiarano Bruno Marchetto e Massimo De Nardi, esponenti del circolo di Legambiente. “Ribadiamo quindi la necessità di una attenta valutazione prima dell’abbattimento degli alberi – aggiunge la nota -. Ad ogni modo il taglio, salvo urgenti problemi di sicurezza, dev’essere fatto nella stagione opportuna”.

 

Foto: Facebook Legambiente del Vittoriese

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

immagine della news

21/07/2021

"Preoccupa lo stato di depurazione del fiume Livenza"

L'operazione "Fiumi - Esplorare per Custodire” di Legambiente presenta i dati del corso d'acqua: «Attenzione ai valori del batterio "escherichia coli" presente in quantità ben oltre il limite considerato da Arpav»

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×