28/01/2022sereno

29/01/2022poco nuvoloso

30/01/2022sereno

28 gennaio 2022

Vittorio Veneto

Vittorio Veneto, rivoluzione vicina: autovelox senza forze dell'ordine lungo le strade provinciali

L’amministrazione chiederà l’autorizzazione alla Prefettura

| Roberto Silvestrin |

immagine dell'autore

| Roberto Silvestrin |

Vittorio Veneto, rivoluzione vicina: autovelox senza forze dell'ordine lungo le strade provinciali

VITTORIO VENETO - Autovelox (funzionanti) senza le forze dell’ordine lungo le strade provinciali. La rivoluzione potrebbe diventare realtà a breve, e dovrebbe coinvolgere le provinciali che attraversano Cozzuolo, Longhere e Carpesica. Come ha reso noto il sindaco Antonio Miatto, l’amministrazione dovrà chiedere l’autorizzazione alla Prefettura.

 

La provinciale 35, quella che attraversa la Val Lapisina, è finita per l’ennesima volta sotto i riflettori durante l’ultima assemblea del consiglio di quartiere. Gli autovelox “autonomi”, però, non dovrebbero essere l’unica novità. “Vogliamo realizzare marciapiedi “salvapersone” e dissusori di velocità”, conferma il primo cittadino.

 

Ad aprile del 2022 arriverà un finanziamento di 250mila euro per costruire il marciapiede lungo il tratto che collega Longhere e l’area del supermercato. Gli altri fondi saranno stanziati dal comune. La provinciale della Vallata negli ultimi anni è stata teatro di gravi incidenti e di investimenti fatali.

 

L’ultimo incidente mortale avvenuto lungo la provinciale 35 risale all’agosto scorso. L’anno scorso il consiglio di quartiere della Val Lapisina ha anche lanciato una petizione per chiedere maggiore sicurezza in quel tratto.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

immagine della news

04/01/2022

"Comuni veneti penalizzati"

Bando di rigenerazione urbana, l'attacco di Dus (Pd): "Giunta a bocca asciutta". Il sindaco: "Abbiamo inviato dei progetti, ma non sono stati finanziati"

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×