28 gennaio 2020

Nord-Est

Zaia: "Sull'autonomia pronti a una rivoluzione gandhiana"

commenti |

commenti |

Zaia:

Fondo salva Stati, governo, Lega, autonomia. Il presidente della Regione Veneto, il leghista Luca Zaia, ospite di Adnkronos live, interviene a tutto campo sui principali temi di attualità. "A tutt'oggi non ci sono notizie che l'autonomia si porti a casa - lamenta il governatore - Sull'autonomia noi continuiamo ad andare avanti, siamo pronti a fare una battaglia civile e gandhiana, una rivoluzione gandhiana".

 

EUROPA E MES - Quanto all'Europa, Zaia assicura che "nessuno vuole uscire dall'euro, non contestiamo l'Eurozona, contestiamo alcune politiche Ue che sono poco vicine al popolo... Un'Europa che non c'è". "Quando c'è stata la grande crisi, la Federal Reserve è intervenuta con velocità, mentre la Bce con meno velocità. L'Europa manca quando ci deve essere" anche sul fronte immigrazione, sottolinea l'esponente leghista. E poi "siamo preoccupati per il Mes". Riguardo all'esecutivo e al voto sul Fondo salva Stati il governatore osserva: "Si mettono sempre d'accordo perché a casa non vogliono andare".

 

GOVERNO - Sull'esecutivo Zaia rincara: "Abbiamo un governo che non è più rappresentativo. Se si andasse a votare questo governo non ci sarebbe più".

 

SARDINE - A chi gli chiede del fenomeno politico del momento, il presidente del Veneto risponde scherzando con una battuta: "Le 'sardine'? Sono un pesce azzurro". "La vedo in maniera molto laica questa partita - aggiunge poi - le piazze sono di tutti, l'importante è che le lascino più pulite di prima e non ci sia devastazione". "La vera piazza - afferma - è la cabina elettorale, è lì che ci si misura".

 

VENEZIA - Parlando di Venezia, dopo i danni del maltempo, Zaia osserva che "a Venezia bisogna dare più poteri al sindaco. Io credo che il sindaco di Venezia debba avere pieni poteri".

 

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×