25/05/2024nubi sparse e temporali

26/05/2024sereno

27/05/2024poco nuvoloso

25 maggio 2024

Volley

Volley

Finale scudetto: in Gara1 Scandicci passa al Palaverde

La gara, combattutissima, si conclude al tiebreak: a spuntarla sono le toscane

|

|

Finale scudetto: in Gara1 Scandicci passa al Palaverde

TREVISO - Gara1 al Palaverde apre le danze della Finale Scudetto e se questo è il primo atto si preannuncia una serie mozzafiato. Dopo quasi due ore di battaglia campale la Savino del Bene viola il Palaverde per la prima volta in stagione. Sovvertendo il fattore campo con un’ incredibile rimonta nel tie-break che sul 13-8 sembrava aver coronato la rincorsa della Prosecco DOC Imoco Conegliano, la Savino del Bene Scandicci si prende il vantaggio nella serie che proseguirà sabato in Toscana al PalaWanny.

Parata di stelle al Palaverde: sestetto iniziale per le campionesse in carica con Wolosz-Haak, Robinson Cook-Plummer, Fahr-Lubian, libero Moki De Gennaro caricate dai loro 5000 tifosi; per la Savino del Bene le “starters” sono Ongnjenovic-Antropova, Zhu-Herbots, Carol-Nwakalor, libero Parrocchiale.

Nel primo set le toscane si dimostrano “elettriche” fin dall’avvio e iniziano con aggressività e un attacco ben orchestrato dalla classe di Maja Ognjenovic che offre soluzioni importanti alle bocche da fuoco Antropova e Zhu (5-9). Ci vuole la spinta dei 5000 del Palaverde e un paio di difese esemplari di De Gennaro per riequilibrare le sorti del set (7-9). Il pareggio delle Pantere arriva a quota 10 dopo due conclusioni vincenti di Robinson Cook, tutto da rifare per Scandicci. Dopo il time out di coach Barbolini però l’ondata gialloblù non si ferma: un micidiale turno di servizio di Lubian e i muri di Fahr concretizzano il break (7-1) che porta avanti 12-10 la squadra di casa. La Savino del Bene però si riprende da squadra di rango e con i mani e fuori chirurgici di Zhu Ting riprende la testa (13-14) e il match sale di tono. La squadra di coach Santarelli però non è da meno, il muro-difesa e una Kelsey Robinson che inizia bene in attacco, riportano l’equilibrio (18-17), mentre anche Haak sigla punti pesanti (5 nel set, saranno ben 34 alla fine). Si entra nel vivo e Lubian a muro porta Conegliano a +2 (20-18), ma Scandicci, come farà per tutto il match, gioca con sfrontatezza e coraggio: dopo due azioni spettacolari chiuse da un’ottima Antropova si torna in parità: 20-20. Moki De Gennaro però non ci sta, vuole il set iniziale e a suon di difese regala a Kat Plummer il colpo del nuovo +2 (22-20), ma Antropova (grande primo set con 10 punti e 4 aces!) con due super aces “ghiaccia” il Palaverde. Una Scandicci indomabile torna avanti (22-23). Il turno di battuta finale dell’azzurra non lascia scampo alla Prosecco DOC Imoco che sotto i colpi dell’azzurra deve cedere le armi 22-25 dopo aver subito un parziale finale di 5-0.

Nel secondo set la voglia di riscatto delle Pantere si fa subito sentire: una splendida Marina Lubian (ex di turno) con una grande serie in battuta (2 aces e due muri di un’attentissima Sarah Fahr) lancia la Prosecco DOC Imoco, oggi in versione “rosé” che prende subito il largo (11-5). Conegliano sospinta dai suoi caldissimi tifosi reagisce ai tentativi di rientro di Scandicci grazie alla concretezza della sua difesa e ai colpi di Haak e Plummer, riferimenti sicuri in attacco per le mani di Asia Wolosz (18-13).  La Prosecco DOC Imoco spinge in battuta e il gap si dilata a +6. La Savino ci prova con gli ingressi di Washington e Diop, ma Conegliano è caldissima e con gli aces delle ex Lubian (3 servizi vincenti nel set!) e di una straordinaria Isabelle Haak (3 in totale nel set in cui la svedese mette in carniere ben 10 punti!) chiude il set e manda il match in parità con il 25-16 a favore delle campionesse d’Italia.

Isabelle Haak è “on fire” e si prende sulle spalle la squadra ad inizio terzo set facendo la differenza anche a muro, poi Fahr piazza l’ace e la Prosecco DOc Imoco vola via (7-1). Parrocchiale e compagne tornano sotto con i colpi di Herbots (8-5), quasi agganciano sull11-10, ma dopo il provvidenziale time out di coach Santarelli le Pantere tornano a spingere rintuzzando il break toscano. Haak va a segno in tutti i modi, anche in palleggio, poi in pallonetto per il 18-16.
L’intensità in campo è pazzesca e si gioca a ritmi vertiginosi, Zhu (5 nel set, come Antropova) si conferma in gran vena e accorcia il divario, ma Wolosz è carica e dà spettacolo, serve Fahr per il nuovo +2 (19-17).  La superstar cinese Zhu Ting continua a non sbagliare, suo il pareggio a quota 19, ma arriva la puntuale risposta di Isabelle Haak (8 punti nel set) che alza il muro e la Prosecco DOC Imoco torna avanti. Coach Santarelli nei finali di set si affida prima a Gennari e poi a Bardaro per potenziare la linea di difesa-ricezione, ma Herbots è caldissimaa e continua a passare, suo il 22-23, poi Scandicci vince una contesa aerea e si trova avanti 22-24 con due set-balls a disposizione. La Savino del Bene è alla sua prima finale, ma di esperienza in campo ne ha da vendere e con scaltrezza al primo tentativo riesce a chiudere con un’ottima Antropova che è premiata per la sua sfrontatezza: 22-25 e le toscane tornano avanti al Palaverde.

Quarto set: la Prosecco DOC Imoco ha le spalle al muro e deve reagire contro una Savino del Bene che viaggia sulle ali dell’entusiasmo. La maggior determinazione delle ospiti ha la meglio nella fase inziale (6-10), con una grande Herbots che non ha paura di sfidare il muro gialloblù (8 punti nel set per la belga), coach Santarelli vista l’emergenza prova una delle sue mosse ed inserisce un doppio cambio con Madison Bugg al palleggio e Khalia Lanier opposta. E’ USA-time in casa Prosecco DOC Imoco con quattro statunitensi in campo e la californiana Plummer scaraventa a terra due palloni che scottano, una doppietta che riporta Conegliano a -2 (12-14), riscaldando gli animi e aumentando i decibel del Palaverde. Dopo il time out proprio Madison Bugg sigla un punto direttamente dalla difesa (-1), ma Scandicci non molla la testa, anzi ha la forza di tornare a +4 con l’ace di Ognjenovic (ottimo match in regia per la veterana serba) e il tocco di Antropova (13-17). I cambi di coach Santarelli continuano a dare frutti, Lanier va a segno di forza, poi rientrano Wolosz e Haak per chiudere l’opera. La svedese dopo il pit-stop sigla il -1 (17-18), altro time out di coach Barbolini.
La ProseccoDOC Imoco però ora ha ripreso smalto e con il suo ritmo pareggia a quota 18 proprio poi “Bella”, poi Sarah Fahr sale a muro e sorpassa 19-18. Pandemonio al Palaverde! Altro muro (Haak) per il +2 (21-19). Sprint finale avvincente: la “solita” Antropova (sarà MVP con 31 punti) pareggia con un ace (21-21), poi Diop, appena entrata, la imita e Scandicci va avanti (22-23). Herbots mette il colpo del 23-24 dopo un errore in battuta, ma Haak (7 punti nel set) annulla il match point. E’ un finale al cardiopalma, dall’inferno al paradiso in un attimo: Lubian prima, Wolosz poi e con due muri le Pantere risorgono, si impongono 26-24 e mandano gara1 al tie break.

Sulle ali dell’entusiasmo la Prosecco DOC Imoco parte bene nel set decisivo con il 2-0 tutto USA firmato da Plummer e Robinson Cook, ma presto Scandicci pareggia con un ace di Zhu (3-3).  Altro strappo delle Pantere di casa con Lubian (5-3), ma Herbots è ancora efficace e si resta a contatto. Con il pubblico nelle vesti di settimo uomo le ragazze di coach Santarelli continuano a spingere, missile di Lubian, muro di Plummer, muro di capitan Wolosz (14-7 il conto dei muri nel match a favore delle venete) ed è fuga, si cambia campo sull’8-4. Non è finita perchè Carol e compagne ci credono ancora, muro della centrale brasiliana, altra leggenda in campo nella finale tricolore, per il -2 (9-7). Risponde la saracinesca gialloblù con Haak che si fa valere a muro e mette la museruola a Zhu (11-7). La stella cinese però non si arrende, nemmeno quando sul 13-8 la squadra di casa è quasi pronta a festeggiare. Kat Plummer sbaglia la battuta e proprio Zhu Ting accorcia sul 13-10. Da lì l’attacco delle padrone di casa entra in blackout, Antropova con le sue battute toglie opzioni a Wolosz e arriva il primo errore che è già un brivido per il pubblico del Palaverde, preoccupato da una Savino improvvisamente rientrata a -2 (13-11). Si soffre fino alla fine, altro errore in attacco della Prosecco DOC Imoco e time out di coach Santarelli con Scandicci minacciosa a a-1 (13-12).
Il finale è un romanzo giallo. Antropova  dopo una serie micidiale sbaglia la battuta e concede due match point alle Pantere. Il Palaverde è una polveriera, ma la squadra toscana è all’arrembaggio e crede nell’impresa. Il primo match point lo annulla Antropova (MVP del match), il secondo è un altro errore delle venete, il quarto in attacco in un finale di tie-break dove si è spenta inaspettatamente la luce in casa Conegliano. L’incredibile rimonta di Scandicci porta l’esperta firma della centrale USA Washington che sarà decisiva, è lei a siglare il 14-15. E’ un altro match point per le toscane che però se ne va sull’errore di Diop al servizio. Sul 15-15 riecco Washington che replica in fast, poi difende due palloni cruciali e al terzo match point la belga Herbots manda in visibilio i suoi tifosi con un bel diagonale, ammutolendo il Palaverde dopo un finale incredibile. 15-17 e le Pantere perdono la loro prima partita della stagione al Palaverde. Dopo una stagione imbattuta, una doccia fredda che la Prosecco DOC Imoco vorrà riscattare già in gara2 in terra toscana.

Sabato andrà in scena gara2 alle 20.30 al PalaWanny di Firenze, mentre mercoledì prossimo (ore 20.30) si giocherà gara3 di finale al Palaverde. Prevendita per gara3 da giovedì alle 12.00 su Vivaticket.

(Foto M.Gregolin)

PROSECCO DOC IMOCO CONEGLIANO.SAVINO DEL BENE SCANDICCI 2-3
(22-25, 25-16,22-25,26-24,15-17)
Prosecco DOC Imoco:
 Wolosz 5, Haak 34, Lubian 13,  De Gennaro (L), Fahr 8, Lanier 1, Robinson Cook 12, Plummer 15, Gennari, Bugg, Bardaro, De Kruijf ne, Piani ne, Squarcini NE. All. Santarelli
Savino Del Bene: Alberti, Herbots 14, Zhu Ting 16, Villani, Ruddins 1, Ognjenovic 3, Psrrocchiale (L), Nwakalor 5, Washington 6, Carol 4, Antropova 31, Diop 1, Armini ne. All. Barbolini
Arbitri: Pozzato e Zavater
Spettatori: 5081
Durata set: 26′,24′,26′,29′,23′
Note: Errori in battuta Co 13, Sc 11; Aces: 8-9; Muri: 14-7; Errori attacco: 12-8
MVP: Antropova

imocovolley.it


Iscriviti alla Newsletter di OggiTreviso. E' Gratis

Ogni mattina le notizie dalla tua città, dalla regione, dall'Italia e dal mondo


 

 

Altri Eventi nella categoria Volley

Rinuncia alla Serie A3 per la Pallavolo Motta
Rinuncia alla Serie A3 per la Pallavolo Motta

Volley

Lunedì sera conferenza stampa del presidente Antonio Buso

Rinuncia alla Serie A3 per la Pallavolo Motta

MOTTA DI LIVENZA - Ieri sera conferenza stampa per dare notizia di ciò che ormai era chiaro agli addetti ai lavori: Pallavolo Motta non si iscriverà al campionato di Serie A3.

La squadra Csi Volley Piave è campione provinciale
La squadra Csi Volley Piave è campione provinciale

Volley

Ora la compagine allenata da Marco Gemin pronta all’avvio della fase regionale

La squadra Csi Volley Piave è campione provinciale

CASALE - Splendido traguardo per le ragazze CSI Volley Piave, che sotto le insegne Studio2 Amateurs hanno conquistato il titolo provinciale, vincendo sia il campionato invernale che quello primaverile, e si sono assicurate la partecipazione alla fase regionale, che avrà inizio nei prossimi giorni....

Pallavolo, Nicola Negro è Cavaliere Stella d'Italia in Brasile
Pallavolo, Nicola Negro è Cavaliere Stella d'Italia in Brasile

Volley

L'allenatore trevigiano guida la formazione del Gerdau Minas

Pallavolo, Nicola Negro è Cavaliere Stella d'Italia in Brasile

TREVISO - Il pallavolista trevigiano Nicola Negro ha ricevuto, per mano dell'Ambasciatore in Brasile Alessandro Cortese e della Console Nicoletta Gomiero, l'onorificenza di Cavaliere all'Ordine della Stella d'Italia.

Le società Sportive

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×