07 giugno 2020

Montebelluna

Grave di Ciano: “Si adotti il Contratto di fiume”

Il Ministro risponde alla Regione sul contestato progetto di escavazione della Grave di Ciano: tutte le reazioni

| Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa | commenti |

Piave

CROCETTA DEL MONTELLO – Il Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, Sergio Costa, ha risposto alle lettere dell’assessore regionale Bottacin che annuncia: “Nella sua nota il ministro ha suggerito come strumento operativo il ‘contratto di fiume’, in tal senso ho dato massima e immediata disponibilità di avvalerci di questo strumento di programmazione strategica a salvaguardia del rischio idraulico e, vista anche la disponibilità del Ministero di garantire il massimo supporto con le sue strutture, ho altresì evidenziato che tale tavolo sarebbe, a nostro avviso, efficace ove posto sotto il coordinamento dell’Autorità di Distretto, organismo che dipende direttamente dal Ministero stesso”.

Una notizia importante che ha persuaso il Comitato per la tutela delle Grave di Ciano ad inviato una missiva a Bottacin, dove si legge: “In seguito alle sue dichiarazioni, in particolare alla sua esplicita richiesta al nostro Comitato di collaborare affiancandola nel sollecitare il Governo per individuare interventi alternativi con la presente siamo a prendere un primo contatto diretto ufficiale per ribadirle la nostra piena disponibilità in tal senso... Leggiamo con estremo piacere la sua dichiarazione di aver “dato massima e immediata disponibilità” ad avvalersi del sopracitato strumento operativo”.

Quindi prosegue: “Nei “Contratti di fiume” è prevista, fin dalla prima fase operativa la condivisione fra i partner pubblici e privati (portatori di interesse) di un documento d’intenti, con la relativa sottoscrizione. E’ anche chiaramente evidenziato che “per raggiungere in modo efficace gli obiettivi di valorizzazione e di tutela… è irrinunciabile la qualità partecipativa dei processi” e “la partecipazione al processo deve essere stimolata da una costante animazione territoriale praticata a vari livelli dai diversi soggetti partecipanti, ognuno secondo le proprie capacità e funzioni”. Nell’ambito di questa modalità di azione e concertazione il Comitato assicura il massimo impegno a dare un contributo concreto e costruttivo al tavolo di lavoro”.

Nella lettera si legge poi: “Siamo inoltre venuti a conoscenza del suo comunicato inviato ai Sindaci dei Comuni inseriti nell’area del medio e basso Piave e ai Prefetti di Treviso e Venezia nel quale alcune dichiarazioni risultano però in contrasto con quanto previsto dai “Contratti di fiume” tanto è che ci sembra un errore di interpretazione quella frase in cui si sostiene che il Ministro Costa ha “confermato la coerenza degli interventi previsti in relazione al bacino di laminazione delle Grave di Ciano”. Considerando i presupposti contenuti all’interno dei “Contratti di fiume” presumiamo che il Ministro Costa potrà al massimo aver rilevato una coerenza con quanto previsto dal Piano delle Azioni degli Interventi a firma del Commissario Delegato Dott. Luca Zaia che individua le Grave di Ciano come sito per la realizzazione delle casse di espansione, ma non certo come intervento coerente con le indicazioni espresse dal Ministro stesso”.

Il presidente del Comitato per la tutela delle Grave di Ciano, Franco Nicoletti, interpellato sulla questione precisa, anche in riferimento alle dichiarazioni da parte dell’assessore regionale che: “Avremo gradito che l’assessore Bottacin alla sua nota ai Comuni allegasse anche copia delle risposta del Ministro ma non sappiamo per quale ragione non l’abbia fatto. Inoltre, vogliamo sottolineare che l’invito da parte del Ministro ad usare come strumento il Contratto di fiume, che prevede l’ampio coinvolgimento di cittadini e associazioni, è quasi un atto dovuto visto che spettava alla Regione questo compito ad oggi disatteso”.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Montebelluna
Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×