01 ottobre 2020

Valdobbiadene Pieve di Soligo

“Di che colore è la tua bolletta?”: si teme una nuova truffa

È l’insolita richiesta di alcune venditrici di forniture energetiche

| Ingrid Feltrin Jefwa |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa |

Truffa

Foto di repertorio



VALDOBBIADENE – “Di che colore è la tua bolletta Enel?”: è quanto si sono sentiti chiedere diversi valdobbiadenesi da una presunta venditrice di contratti energetici. Truffa? Venditrice poco rigorosa? Di certo in molti hanno ricevuto questa visita da venditrici diverse e il timore che si tratti di qualcosa di losco è grande anzi si potrebbe azzardare il termine “psicosi” visto che la questione è finita sui social e le conferme della singolare tattica di vendita sono decine.

“È passata al mio indirizzo una ragazza, si è spacciata per un’incaricata Enel e mi ha chiesto se le bollette mi arrivano in bianco e nero o a colori, io ho risposto che non ricordo e comunque non mi interessava… - racconta un valdobbiadenese - voleva sapere il mio nome e leggeva sul citofono per saperne di più, a questo punto l’ho allontanata dicendole che l'Enel non manda persone a domicilio per questo. Voi cosa ne pensate? Truffa o è legale?”.

Tanti confermano la visita di venditrici (sono più di una) che fanno questa insolita domanda, che da adito a grandi perplessità sulla legittimità dei contratti proposti. Ma tra i pareri c’è anche quello di un residente a Valdobbiadene che spiega: “Non sono truffe, sono semplicemente ragazzi che lavorano per delle agenzie che hanno i mandati di Enel per vendere contratti. Il fatto del colore o bianco e nero è un modo "potabile" per sapere se il cliente è col servizio elettrico (e in tal caso si può passare a Enel energia) oppure già cliente di Enel energia (e quindi niente contratto)”.

Conclude quindi precisando che: “Poi la truffa sta nel fatto che c'è chi è onesto e chi invece racconta cavolate! Enel non manda agenti significa che l’Enel "tradizionale", cioè il servizio elettrico, non avendo offerte commerciali, in quanto i suoi prezzi sono stabiliti trimestralmente dall'area, non incarica nessuno di vendere; Enel energia pure non ha agenti perché tutti gli agenti lavorano per agenzie che hanno regolare mandato. Se chiamate l’Enel e chiedete è ovvio che rispondono che non mandano agenti, perché un contratto fatto da un ragazzo è un contratto che non fa il servizio clienti”. Considerazioni plausibili che potrebbero spiegare il senso della strana domanda che ha mandato in fibrillazione tanti valdobbiadenesi, preoccupati fosse un tentativo di truffa.

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo
Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×