18/05/2022pioviggine e schiarite

19/05/2022poco nuvoloso

20/05/2022poco nuvoloso

18 maggio 2022

Ambiente

Casa: come mantenerla pulita?

|

|

Casa: come mantenerla pulita?

Una buona qualità dell’aria di casa è sinonimo di pulizia, benessere, salute per chi vi abita. Spesso pulire casa è faticoso, noioso, soprattutto con i mille impegni che tutti hanno, talvolta non si trova il tempo per dedicarsi come si deve alla pulizia della propria abitazione. Tuttavia, farlo è molto importante per se stessi e per la propria salute. Ecco qualche suggerimento e consiglio per mantenere la propria casa sempre in ordine e pulita, azioni quotidiane e supporti pratici e facili da usare possono cambiare le abitudini, talvolta sbagliate, di chi abita una casa.



Qualità dell’aria di casa


Una buona qualità dell’aria di casa è molto importante per la salute di chi vi abita. Tuttavia, come chiarisce anche il Ministero della Salute, le abitazioni (e gli altri luoghi chiusi) ove si spende gran parte della vita, sono ricchi di sorgenti inquinanti che vanno a deteriorare l’aria che si respira in questi luoghi.
Infatti, proprio in casa, così come negli altri ambienti chiusi, l'ossigeno presente nell’aria viene gradatamente consumato con la respirazione e la traspirazione che immettono nell’aria vapore acqueo, anidride carbonica (CO2) e altre sostanze organiche che, senza un’adeguata ventilazione, alterano la composizione stessa dell’aria.
A peggiorare il tutto ci sono appunto le sorgenti inquinanti, tra cui polvere, giocattoli, oggetti vari, mobilio e dispositivi elettronici.
Come conseguenza di tutto questo, vi è l’accumulo di sostanze inquinanti che sono causa dell’aria viziata, riconoscibile subito dal cattivo odore.
Una buona ventilazione della casa (con sistemi idonei di ventilazione e termo ventilazione) dunque aiuta il ricambio dell’aria stessa, ma da sola questa soluzione non basta.


Perché fare pulizia è importante?


Secondo quanto detto sopra sarebbe necessario impedire alle fonti inquinanti di inficiare sulla qualità dell’aria che si respira.
Farlo completamente e definitivamente sarebbe impossibile, perciò è necessario procedere con una certa assiduità a pulire casa affinché essa sia mantenuta in ordine e con un buon livello di pulizia, ma soprattutto con bassi livelli di elementi inquinanti dannosi per l’aria e per la salute.


Pulire allunga la vita


Uno studio canadese ha mostrato che esiste una diretta correlazione tra fare le pulizie e il miglioramento della salute in termini di attività cardiovascolare, prevenzione di malattie.
Ciò vale se si esegue attività fisica (tra cui dunque fare le pulizie) per un certo tempo a settimana che lo studio afferma essere di 150 minuti che corrispondono a circa 30 minuti al giorno.
La stima è che facendo attività di pulizia casalinga come spolverare, lavare i vetri, stirare, lavare i pavimenti, pulire il bagno e così via, si raggiungano le 600 calorie bruciate.
Naturalmente i benefici qui contemplati riguardano chi esegue materialmente l’attività di pulizia, ma l’effetto positivo sulla salute raggiunge anche gli altri membri della famiglia o comunque di chi vive nella medesima abitazione. Si avranno, infatti, meno problemi di malattie allergiche legate ad acari, peli di animali, etc.
Per questo è dunque molto importante mantenere la casa pulita, liberandola e liberando l’aria dalle particelle inquinanti, dai germi o dai fumi, dalla polvere. Per mantenere la casa pulita e avere un ambiente più sano è possibile seguire alcuni semplici consigli e utilizzare gli strumenti adatti in commercio, come robot aspirapolvere, oggi insostituibili alleati.


Casa pulita: i consigli della nonna


Per mantenere la casa pulita non è sempre necessario ribaltarla o trascorrere un’intera giornata spazzando e lavando ogni suo angolo, sono necessari invece alcuni accorgimenti quotidiani che permettono di risparmiare tempo, fatica eccessiva.
Si tratta dei cosiddetti “rimedi della nonna”, tra cui:
Cambiare aria degli ambienti e rifare il letto, bastano 15 minuti per far cambiare aria agli ambienti e consentire un ricambio d’aria efficace. Quando fuori è bello e non c’è fumo spalancare le finestre permette alla casa di respirare e far uscire odori e inquinamento presenti nell’aria di casa. Una volta che l’aria è cambiata, rifare il letto rappresenta il secondo importante passo verso ordine e pulizia. Infatti, quando il letto è rifatto, la casa appare “in ordine”. Non serve essere eccessivamente meticolosi nel rifare il letto, ma psicologicamente un letto fatto è sinonimo di ordine.
Riporre i vestiti in ordine già dalla sera precedente. Ciò aiuta sicuramente ad avere cose in meno da fare la mattina quando si è sicuramente più di corsa rispetto la sera. Certamente sarebbe più comodo gettare gli abiti usati dove capita, ma riporli nel gesto della biancheria sporca se sono da lavare o piegati negli armadi o sul ”servo muto” equivale a ordine e pulizia. Inoltre è qualcosa in meno che ci sarà da fare il giorno dopo. Usare cestini-raccoglitori come le scatole porta-giochi è un ottimo supporto al raggiungimento di ordine e pulizia. Alla base dell’economia domestica vige il principio che “ogni cosa deve stare al suo posto, quindi deve esserci un posto per ogni cosa”. Se è vero che l’ordine è uno stato mentale, allora questi porta-oggetti sono lo strumento giusto per raggiungere questa dimensione. Quando tutto sarà riposto nel proprio scatolone, cestino, contenitore, allora la casa sembrerà in ordine.
Vuotare la lavastoviglie appena terminato il lavaggio è un altro gesto che richiede un pochino di sforzo, ma che, una volta terminato, rende più soddisfatti perché da sicuramente l’idea che tutto sia in ordine. Si potrà così riempirla nuovamente con i nuovi piatti, bicchieri e posate da lavare oppure lasciarla vuota in attesa di nuova necessità. Se invece ci sono solo poche tazze della colazione è inutile lasciarli nel lavandino, basterà davvero una veloce sciacquata per mantenere lavandino e cucina puliti e ordinati.
La regola dei 30 minuti aiuta a mantenere la casa costantemente in ordine e pulita. Ciò non significa che bisogna impiegare mezzora ogni mattina, magari mentre si è di corsa prima di andare al lavoro o uscire per accompagnare i bambini a scuola o per qualsiasi altro impegno… i 30 minuti possono essere distribuiti come e quando si vuole, l’importante è dedicare più o meno questo tempo giornaliero per occuparsi di casa, affinché sia mantenuta in ordine ogni giorno e non si debba arrivare a effettuare una giornata intera di pulizie, magari nel fine settimana quando si potrebbe invece avere del tempo da dedicare al meritato riposo!



Casa pulita: soluzioni dal mercato


In aiuto a quanto descritto sopra il mercato offre tutta una serie di elettrodomestici portatili, con fili o senza, che aspirano, lavano, asciugano e svolgono molteplici compiti al posto nostro.
L’aspirapolvere è sicuramente il supporto più conosciuto e presente in tutte le abitazioni e le strutture pubbliche e private. Ci sono i classici aspirapolveri a fili o senza, scope elettriche che hanno quasi totalmente sostituito la classica scopa.
Poi ci sono i nuovi robot aspirapolvere che fatto tutto da soli, l’importante è avere una loro postazione di ricarica e far mappare loro gli ambienti prima dell’uso.
La lista dei robot aspirapolvere è naturalmente immensa, ne esistono di ogni tipologia e prezzo. Ci sono robot aspirapolvere che hanno come unica funzione quella di aspirare casa, altri che lavano solamente e quelli che svolgono entrambe le funzioni. Esistono classifiche dei robot aspirapolveri più performanti per catturare i peli degli animali, per pulire i tappeti, per parquet, per la pulizia di bagno e cucina, i più silenziosi, migliori per pulizia quotidiana, i più sottili, i più semplici da usare o quelli con più autonomia.
A completamento dell’offerta di supporti per la pulizia della casa ci sono altri dispositivi come i lavavetri automatici, lavapavimenti o pulitori cucina elettrici.
In conclusione, una casa pulita e ordinata è sinonimo di benessere fisico e mentale in quanto esiste una correlazione provata (anche da scienziati) tra salute e pulizia della casa. Polveri, muffe e sporco provocano malesseri più o meno importanti, tra cui quelli respiratori, quindi è bene mantenere gli ambienti sempre puliti e ben areati. Inoltre, fare le pulizie ha anche un effetto terapeutico, che rappresenta un motivo in più per non trascurare la propria casa.

 



Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×