20/01/2022coperto

21/01/2022sereno

22/01/2022sereno

20 gennaio 2022

Mogliano

SlowMachine riparte da “A Casa Nostra”, un progetto per la rinascita dei Teatri del Veneto

Un‘importante iniziativa pensata per riattivare la circolazione e la produzione teatrale e artistica delle compagnie venete

| Ilaria Frare |

| Ilaria Frare |

SlowMachine riparte da “A Casa Nostra”, un progetto per la rinascita dei Teatri del Veneto

ZERO BRANCO - L’iniziativa, promossa dal Teatro Comunale di Vicenza in collaborazione con Arteven_Circuito Regionale insieme al Teatro Stabile del Veneto e con il sostegno della Regione del Veneto, coinvolge otto compagnie di spettacolo del Veneto, selezionate per lavorare in residenza in altrettanti teatri sparsi nel territorio e offrire al pubblico imperdibili appuntamenti di spettacolo dal vivo. Un progetto che vuole rappresentare una spinta verso la ripartenza della produzione veneta e il rilancio dei teatri comunali del territorio, fortemente penalizzati dalla pandemia.

Domenica 13 giugno SlowMachine, compagnia di sperimentazione artistica bellunese, è pronta a ripartire con un progetto multidisciplinare composto da tre appuntamenti principali e altri eventi collaterali che avranno luogo presso il Teatro Comisso di Zero Branco. Il primo appuntamento, che si terrà nella splendida cornice del parco di Villa Guidini prevede una giornata interamente dedicata ai più piccoli con due laboratori gratuiti: il primo, a cura dell’associazione vicentina Circo in Valigia, sarà dedicato all’arte della giocoleria, equilibrismo e acrobatica.

Il secondo, curato da Paolo Rech, proporrà un viaggio nel magico mondo di burattini e marionette. Il pomeriggio si concluderà con una messa in scena “Arlecchinate” della compagnia Bambabambin Puppet Theatre, spettacolo di burattini tradizionali, ideato e portato in scena da Paolo Rech: un repertorio di farse provenienti dalla tradizione italiana, protagonista Arlecchino, accompagnato dai personaggi della Commedia dell’Arte, in uno spettacolo che unisce dialoghi divertenti e ritmo incalzante.

L’evento sarà solo il primo di una mini rassegna curata dai fondatori della compagnia SlowMachine, Rajeev Badhan ed Elena Strada. Ad agosto il Teatro Comisso ospiterà infatti “Notti”, uno spettacolo tra teatro e video dedicato all’amore e liberamente ispirato a “Le notti bianche” di Dostoevskij. Ad ottobre debutterà invece “La Peste”, ultima fatica sempre firmata Slowmachine: uno studio nato dall’esigenza di dare spazio ai ragazzi delle scuole secondarie di secondo grado, alla loro esperienza nella dimensione pandemica e alla loro percezione rispetto alla digitalizzazione del vivere quotidiano, tra disagi, isolamento e analisi critica.

Per partecipare agli eventi è necessaria la prenotazione scrivendo a biblioteca@comunezerobranco.it o telefonando allo 0422 485518. Il biglietto di ingresso allo spettacolo è di 5 €.

 

 


| modificato il:

Ilaria Frare

Leggi altre notizie di Mogliano
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×