21 ottobre 2021

Valdobbiadene Pieve di Soligo

"Ogni angolo di territorio porta i segni della fede"

PaesAgire ricomincia. Nel paesaggio: il sacro

|

|

PIEVE DI SOLIGO - Al via il 10 gennaio la seconda parte della rassegna PaesAgire. Protagonisti di questa edizione i luoghi sacri.

 

Con l’aiuto delle immagini, il vescovo di Vittorio Veneto Corrado Pizziolo e il paesaggista Leopoldo Saccon guideranno il pubblico in un viaggio alla ri-scoperta di santuari, vie Crucis e capitelli lungo la pedemontana trevigiana, giovedì prossimo alle 20.30 nell’auditorium comunale.

 

Stando comodamente seduti sarà possibile intraprendere un vero e proprio “viaggio del sacro” che dalla cima del Colle San Paolo a Vittorio Veneto scenderà alla chiesa di S. Viglio a Farra di Soligo, dalla Pieve di San Pietro di Feletto alla Madonna della Rocca di Cornuda, facendo poi tappa in numerosi altri “crocevia” dei cammini della fede.

 

I relatori guideranno poi i presenti lungo le quattordici stazioni della via Crucis, da S. Francesco di Revine Lago a S. Floriano di Valdobbiadene, dove la fatica terrena anticipa la gioia della redenzione. Infine i molti capitelli, le edicole e i sacrari, costruiti da mani sapienti o dalla spontaneità dei popolani, insegneranno la carità, costituendo una memoria etica e materiale da conservare con cura.

 

«Non c’è angolo del nostro territorio che non porti ben evidenti i segni di una fede radicata e profonda -spiega l’assessore alla cultura Nicola Sergio Stefani. Molti dei luoghi più suggestivi e ameni si connotano per la presenza di edifici religiosi le cui architetture ci raccontano una storia di secoli e ci stupiscono per l’armonia e l’integrazione che hanno con il paesaggio circostante tanto da diventarne simbolo e icona».

 



Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo
Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×