22 aprile 2021

Tech

Ricercato per una maxi truffa da 126 milioni di euro, arrestato dai Carabinieri di Venezia

Vittima un imprenditore arabo: in manette un 42enne svizzero

|

|

Venezia

VENEZIA - I carabinieri di Venezia hanno tratto in arresto un latitante svizzero di 42 anni, ricercato per una truffa da 126 milioni di euro ai danni di un imprenditore arabo.

Nei confronti dell'uomo era stato spiccato un mandato di arresto internazionale ai fini dell'estradizione.

Lo svizzero, scovato dai militari dell'Arma all'interno di una struttura ricettiva di lusso del centro storico lagunare, è accusato di una truffa finanziaria avvenuta in un paese arabo, le cui autorità hanno spiccato il mandato di arresto: particolarmente proficua, a tal riguardo, è stata la collaborazione degli uffici Interpol per la Cooperazione Internazionale.

Il trader, infatti, avrebbe, secondo le accuse, distratto la somma di 126 milioni di euro dalla società d'investimenti verso il suo conto corrente.

I carabinieri, dopo averne seguito i movimenti a Venezia con diversi servizi di osservazione, lo hanno catturato mentre faceva colazione, prima del rientro nella sua nazione d'origine.

Il 42enne è stato portato in carcere a disposizione dell'autorità giudiziaria.

 


| modificato il:

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×